DOVE ERAVAMO RIMASTI

Lorenzo Applauso

|Lorenzo Applauso|Senza tanti giri di parole, ripartiamo da dove eravamo rimasti e diciamoci subito le cose come stanno. Noi siamo “quelli di italianews24.net”, un gruppo solido, compatto e libero, così come  tutti i normali giornalisti; siamo quelli che italianews24 l’hanno fondata, amata, fatta crescere. Ad un certo punto del percorso però abbiamo voluto tentare il grande salto, affinchè crescesse ancora di piu’. Abbiamo ceduto la testata, in modo disinteressato, a chi aveva le risorse finanziarie per poter diventare sempre piu’ grandi. Quando un gruppo cresce però, anche le voci e i punti di vista sono tanti e diversi. Allora la regola per convivere si chiama rigido rispetto dei ruoli se però anche questa regola viene meno allora diventa impossibile la convivenza. In sintesi, quando un editore che è il padrone della testata decide che la strategia deve essere diversa, si può essere d’accordo oppure no. sfondo_biancoQuando non si è piu’ d’accordo, si decide:  accettare o andare via. Noi, senza forzature e senza condizionamenti, abbiamo pensato tutti la stessa cosa: ci siamo ritrovati e abbiamo capito che il modo migliore era andare via. Alla fine è stato facile decidere: certo, lasciamo un giornale per il quale tante energie economiche e fisiche avevamo profuso; tanto, avevamo fatto crescere ma che lasciamo in ottima salute e probabilmente in ottime mani. Abbiamo deciso di rispettare le scelte del padrone, di salutare e di andare via per la nostra strada. Per questo motivo, l’intera squadra cambia maglia non senza amarezza, ripetiamo, non senza nostalgia per un figlio che ha fatto nascere, ha cresciuto, ha amato e che spera, dopo tutto, di vederlo presto realizzato anche se noi abbiamo “cambiato maglia” ma non modo di fare giornalismo e senza rinunciare alla libertà sotto ogni punto di vista. Il conforto,  o se volete la grande soddisfazione per questa decisione,  la cui notizia già serpeggiava negli ambienti è arrivata da un gruppo di imprenditori che spontaneamente ha detto di volerci sostenere senza interessi: in cambio di nulla: la testata è e rimarrà sempre nostra nel bene e nel male. L’esperienza insegna. Questa è però anche la dimostrazione che avevamo fatto un giornalismo corretto, leale, apprezzato senza badare a dieci, cento o mille visitatori. Non saranno mai questi a condizionarci e a cambiare la nostra linea editoriale nè oggi né mai. Bene, noi da questo momento in poi lavoreremo tranquilli, motivati, sorretti dalla passione di sempre e senza pressioni, in piena libertà ma soprattutto con l’aiuto di tante persone che spontaneamente ci sono vicine e ci spingono ad andare avanti.  Da oggi, noi siamo  Casertasera.it, .com o .net, non cambia nulla, per cui vi chiediamo semplicemente di darci fiducia.  Speriamo di non deludervi, così come abbiamo fatto prima. Alla fine siamo certi, che sapremo guadagnarci anche il vostro “tifo” pur avendo cambiato maglia. Cordialmente.

About Lorenzo Applauso (2164 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

4 Comments on DOVE ERAVAMO RIMASTI

  1. Complimenti ed in bocca al lupo per questa nuova esperienza

  2. Santagata Salvatore // 11 Maggio 2016 a 21:08 // Rispondi

    Si dice si chiude una porta è si apre un portone, in bocca al lupo.👍

  3. Dr. Antonio Cantelmo (Psichiatra) // 13 Maggio 2016 a 22:19 // Rispondi

    Caro Lorenzo, cari Amici dell’intera Redazione di Casertasera.it l’Anima Libera è rara, ma quando la vedi la Riconosci soprattutto perchè provi un piacevole senso di benessere interiore , di piacere recondito quando gli sei vicino…Vada alla malora il vecchio scudo, ne abbiamo uno migliore.
    Ad maiora
    Cordialità
    Antonio cantelmo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: