Ultime notizie

SCIA DI SANGUE DA DACCA A PIEDIMONTE

Lorenzo Applauso|Lorenzo Applauso|Dovevano essere giorni di preparativi, l’attesa di partire per le vacanze dopo un anno di lavoro e stress, ora ci troviamo ad attendere, pensate, le salme degli italiani uccisi nella carneficina di Dacca nel Bangladesh. In queste ore terribili di lutto per una intera Nazione anche il Matese si ferma, colpito al cuore con la morte assurda, inutile, atroce del   nostro Vincenzo D’Allestro, un giovane brillante ci riferiscono,  che aveva lasciato il suo Matese per andare  in cerca di fortuna, per lui, per la sua famiglia. Alla fine questo è il drammatico risultato. A tutto si poteva pensare ma che una cena si potesse trasformare in una strage era certo l’ultimo pensiero. In queste ore mentre scriviamo, l’aereo, con volo di Stato è partito per Roma  per riconsegnarci in serata i corpi martoriati di un terrorismo ormai incontrollabile . “La strage di italiani in Bangladesh è solito capolavoro dell’ Isis, che non è una specie di Azione cattolica in versione islamica, ma una banda di assassini specializzati in torture: usano armi da taglio perché più idonee a infliggere sofferenze alle vittime. Le quali, in attesa di essere soppresse (lentamente), sono sottoposte a un test: se sanno recitare il Corano, magari vengono risparmiate; se invece lo ignorano, allora crepino, ma non prima di aver patito atrocità di cui vi risparmio i dettagli”. Scriveva cosi, poche ore fa Vittorio Feltri. Pensate che presto entrerà in vigore una legge che vieta di avere in aperta antipatia i musulmani. Se offendiamo un  sacerdote vieni definito semplicemente un maleducato, se offendi un adoratore di Allah finirai davanti ai giudici. Che Paese, eppure Oriana Fallaci in piu’ occasioni aveva scritto, intuendo prima di tanti altri il pericolo che gli occidentali sarebbero stati sopraffatti dai musulmani e che il fenomeno andava tenuto sotto controllo. Risposta: e’ una razzista di destra. Che dire: non siamo certo noi a trovare soluzioni a questa scia di sangue destinata a continuare ma certamente non vogliamo piu’ morti come quella di Vincenzo D’Allestro e degli altri italiani. Mai piu’.

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: