DOPO LE AQUILE AVVISTATI ANCHE I LUPI. LA FAUNA DEL MATESE E’ SEMPRE PIU’ UN BEL VEDERE

Matese. Appena qualche giorno fa un ambientalista di “Matese Nostrum” aveva immortalato il volo maestoso dell’aquila reale nella località denominata Campaniriello, ieri un altro escursionista si è venuto a trovare quasi faccia a faccia con un lupacchiotto (nella foto) che gironzolava quasi impaurito in prossimità del lago Matese, alla ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti. In un luogo quindi, dove la presenza dell’uomo è numerosa, soprattutto di questi tempi. “Una esperienza indimenticabile e per nulla pericolosa -ha commentato- perché il lupo non è quell’animale cattivo che è stato descritto”. A quanto sembra, almeno da quanto raccontano i pastori, il lupo sulle montagne del Matese non è per nulla una novità. Ce ne sarebbe una buona comunità che solo raramente, ma solo per fame, ha aggredito le greggi. Il lupo è un animale protetto e va rispettato, così come l’intera  fauna montana del Matese, se si vuole che tutti gli animali del posto possano vivere e moltiplicarsi in una natura ancora incontaminata.

About Emiddio Bianchi (2955 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: