Ultime notizie

CASTEL DI SASSO, UNA FOLLA COMMOSSA AL FUNERALE DI SIMONE

 simone-pellegrino-702x336Castel di Sasso. Strangolagalli.  Commozione alle esequie del giovane trentenne Simone che è volato in cielo in un secondo, così ha detto papà Salvatore:” E passato dalla vita alla morte, senza accorgersene”. Mamma Concetta è disperata e non riesce a convincersi che il suo angelo è volato in cielo senza proferire una parola, mentre sabato mattina si preparava per andare in gita a San Pio da Pietralcina per ringraziare il santo e chiedere la grazia per la sua malattia inguaribile. Simone aveva capito tutto ma stava reagendo nel modo migliore rifugiandosi nel Signore ed affidandosi a San Pio, che avrebbe dovuto intercedere presso il Signore per ridargli la vita terrena. Don Agostino, parroco della Parrocchia di Strangolagalli nella sua omelia ha detto testualmente:”Il Signore ha voluto chiamare a se Simone perchè era buono, umile, modesto ed aveva una fede viva, ardente che lo aiutava a lottare contro un male che prima o poi lo avrebbe devastato. Dall’alto del cielo il Signore non ha voluto che soffrisse Simone e lo ha chiamato a se in un attimo: di questo mamma Concetta ha dato atto a chi sta al di sopra di noi, ringraziandolo ma nello stesso gli ha chiesto di aiutarla a superare questo difficile momento. Parole dure le ha avute il dottor Simone, medico di base della famiglia Pllegrino, uno dei primi, quattro mesi fa a trovare le soluzioni per aiutare il giovane trentenne che non aveva scampo e di lui ha detto testualmente:” La scienza medica, la chimica, la biologia si sono inchinate di fronte ad un risultato negativo che non dava possibilità di sopravvivenza al povero Simone ed ha chiesto al Signore dove era quabdo la diagnosi è stata terrificante, senza alcuna soluzione scientifica”. Parole dure quelle del medico di famiglia che hanno rimbombato nella chiesa di S.Maria Dell’Assunta ove erano riunite circa cinquecento persone e che alla fine hanno voluto ricordare Simone ancora presente con un pensiero ai due genitori, Concetta e Salvatore ed il fratello Oreste, distrutti dal dolore ma con una fede viva che sicuramente li porterà a superare questo momento di dipartita di questo gioiellino che come San Francesco d’Assisi amava gli animali e dialogava con loro, anche quando ultimamente le forze non erano quelle di cinque mesi fa, quando lo incontrammo in una grande azienda del luogo ad acquistare anatre, galline, tartarughe e animali rari, che lui custodiva nella sua oasi con tanta professionalità. L’ultimo saluto a Simone con un grande appaluso  e poi al cimitero di Strangolagalli.E.C.

Informazioni su Redazione (726 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: