Ultime notizie

IL PROGETTO “ALIMENTIAMO LA PREVENZIONE” SABATO FA TAPPA A PIEDIMONTE MATESE

immaginePIEDIMONTE MATESE/FAICCHIO – E’ partito da Ponte (BN) lo scorso sabato il progetto “Alimentiamo la Prevenzione”. Ma l’Associazione Angela Serra sezione Caserta/Benevento Onlus in collaborazione con l’Università Federico II e la Coldiretti, promotori del programma didattico che avrà la durata di tre anni, proseguiranno con il lancio dell’iniziativa. Questo sabato, 22 ottobre, sarà presentato in contemporanea presso gli altri due Istituti a cui è rivolto il progetto: la Scuola Secondaria 1° grado “G. Vitale” di Piedimonte Matese (CE) e l’Istituto Comprensivo Statale “A. Manzoni” per i Comuni di Amorosi, Faicchio e Melizzano (BN), nella sede centrale di Faicchio.Importantissima anche la presenza dei genitori. Obiettivo del progetto, che coinvolgerà circa 300 bambini, è quello di promuovere il valore della dieta mediterranea e del corretto stile di vita ai fini della prevenzione dell’ obesità, delle malattie cardiovascolari e metaboliche e di quelle oncologiche facendo divenire gli alunni protagonisti attivi nell’ acquisizione della consapevolezza che un’alimentazione sana aiuta a vivere meglio e più a lungo.Strepitoso successo quello registrato lo scorso sabato a Ponte (Bn), all’Istituto Comprensivo “Mario De Mennato” per i Comuni di Ponte, Paupisi e Torrecuso. Accoglienza in grande stile da parte della dirigente scolastica Marlène Viscariello e del coordinatore del progetto d’Istituto Angelantonio Scarinzi.A presentare l’Angela Serra Maria Diana Fidanza, chirurgo presso Athena ” Casa di Cura Villa dei Pini” e presidente della Onlus che si occupa di ricerca sul cancro. “Durante questi incontri – ha precisato Fidanza –  verrà consegnato anche un questionario anonimo che i bambini dovranno compilare insieme ai genitori. I questionari saranno elaborati presso Università degli Studi di Napoli Federico II° per un’ indagine statisticamente significativa”. Sulla stessa lunghezza d’onda i tre sindaci presenti: Mario Meola, primo cittadino di Ponte; Antonio Coletta di Paupisi ed Erasmo Cutillo di Torrecuso. “Conoscere come alimentarsi è importantissimo, – ha precisato il sindaco e medico Meola – la scuola è l’humus per far crescere una società”. Incisivo l’intervento di Francesco Sossi, direttore Coldiretti di Benevento: “questa collaborazione ci da la possibilità di far conoscere ai bambini le aziende del territorio”.Coinvolgente intervento quello di un luminare dell’alimentazione Luigi Greco, responsabile della Unità Specialistica di Gastroenterologia Pediatrica nel Dipartimento di Pediatria e Vice Direttore del Dipartimento di Scienze Mediche Translazionali dell’ Università degli Studi di Napoli Federico II°. L’acqua di fonte, il pomodoro, la “marenna”, le erbe aromatiche, la frutta, l’olio, le noci, la termogenesi, il cioccolato fondente; un’intensa lezione a portata di bambino che ha arricchito adulti e meno adulti. “Mangiare è cultura, – ha precisato Greco – e la cultura è la nostra tradizione”. Tutti trascinati dalla sua lectio magistralis, fatta anche di musica e di missioni in Africa. La fortuna di poterlo riascoltare ci sarà sabato, 22 ottobre a partire dalle ore 9:30, presso la Scuola Secondaria 1° grado “G. Vitale” di Piedimonte Matese (CE).

 

Informazioni su Lorenzo Applauso (670 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: