PIEDIMONTE MATESE, COMUNALI: E SE CI FOSSE UN ACCORDO CAPPELLO-SARRO PER GRILLO SINDACO E COSTARELLA SUPER VICE?

Piedimonte Matese. Ufficializzata al prossimo 11 giugno la data delle comunali, la febbre elettorale sale sempre di piu’ nei vari comuni dell’alto casertano chiamati al voto. A Piedimonte i grandi strateghi della politica sono a lavoro da tempo tanto che cominciamo a delinearsi le possibili liste elettorali. Regna sovrana, però, ancora una grande confusione. Frenetica è la ricerca di un posto in squadra ma c’è da dire che è più facile imbattersi in candidati alla fascia tricolore che a quella di consigliere. La presenza, in prima fila, dei fratelli Franco e Marcello Iannotta in quel di San Felice per un Convegno organizzato da Piscitelli con l’intervento del Governatore De Luca, avrebbe avuto anche un obiettivo ben preciso: in quella sede si sarebbe concretizzata la richiesta al Consigliere Regionale Piscitelli per Marcellino Iannotta Sindaco con la probabile e silenziosa “benedizione” di Enzo Cappello amico di vecchia data del consigliere regionale  Alfonso Piscitelli. Questo però, ovviamente, avrebbe scatenato qualche mal di pancia: Attilio Costarella che non demorde, in un incontro al grattacielo ha chiesto, con insistenza a Vincenzino Cappello la candidatura a Sindaco affermando che ne ha diritto rispetto a Fabio Civitillo . A questo punto, l’ex Sindaco non può certo far finta di niente. Cappello non può ignorare che Costarella, contrariamente a Iannotta, gli è rimasto fedele. Iannotta, infatti potrebbe pagare ad alto prezzo la sua presenza a San Felice. Sono in molti a dire infatti, che Iannotta “si è scavato la fossa”. In “pellegrinaggio” a San Felice anche Di Lorenzo “bocciato” da Cappello nell’operazione Oliviero, in compagnia di Santopadre. Tutto questo mentre Gennaro Oliviero ufficializza Fabio Civitillo quale candidato del PD che ovviamente, scatena la reazione della segreteria provinciale. Infatti, il capo della segreteria Mirabelli in un comunicato parla una lingua diversa in merito a questa scelta e con un preciso intervento politico di sopraffine diplomazia fa capire che la scelta di Civitillo è perfetta ma non potrà essere certamente decisa solo da lui e senza il consenso della base. Tradotto in lingua italiana il rigoroso politichese, Civitillo sarebbe già “trombato” quasi a dare conferma al vecchio adagio: “si entra Papa e si esce Cardinale.”Certo la patata bollente ora è Costarella. E se ci fosse un accordo Cappello- Costarella – Carlo Sarro – Carlo Grillo (che aspetta da anni una candidatura)? Potrebbe esserci una prospettiva precisa: Costarella vice sindaco con deleghe importanti mentre il candidato sindaco potrebbe essere Carlo Grillo. Una candidatura a sindaco ben vista da Cappello, proposta da Sarro al cui progetto aderirebbe Costarella con il ruolo appunto di vicesindaco. Il tutto con il sostegno dei fratelli Civitillo. Agli scettici, su una “convergenza” Sarro-Cappello diciamo che la politica è l’arte del possibile e aggiungiamo di non dimenticare il passato: con espresso riferimento al derby politico Sarro-La Cerra.

About Redazione (7573 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

2 Comments on PIEDIMONTE MATESE, COMUNALI: E SE CI FOSSE UN ACCORDO CAPPELLO-SARRO PER GRILLO SINDACO E COSTARELLA SUPER VICE?

  1. IL POPOLO SOVRANO // 1 Aprile 2017 a 0:02 // Rispondi

    POKER !!!

  2. Siamo a questi livelli?! Pur di non mollare L osso ( perché adesso quelli sono rimasti), stanno ripetendo la coalizzazione di Sarro-Cappello. Cosa più squallida non la ricordo a Piedimonte. Se succede ciò, e verrete a bussare a casa mia, perché state certi che verrete, vi massacrerò di parolacce…
    Gente senza vergogna siete!!!
    A lavorare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: