PIEDIMONTE MATESE, PROTESTA IN VIA ANNUNZIATA:”VOGLIAMO LA SISTEMAZIONE DELLA STRADA”

Piedimonte Matese. Una protesta civile, corretta  ma energica è in atto in via Annunziata nel centro storico di Piedimonte Matese per i disagi che questa zona sta subendo da tempo a causa dei lavori della rete idrica con la strada completamente sventrata e non ancora sistemata. Ora come d’incanto, in vista della processione (miracoli della Chiesa!) il Comune o meglio la ditta preposta è corsa ai ripari, si fa per dire, effettuando qualche rattoppo a macchia di leopardo. I residenti del popoloso quartiere pero non ci stanno è stamattina, in modo pacifico, sono scesi in strada e chiedono di parlare con il commissario straordinario del comune perché  chiedono a gran voce la sistemazione completa della strada visto che per i numerosi anziani del quartiere è anche molto pericoloso camminarci a piedi. Ora sono in attesta dei vigili urbani  e del commissario e sono decisi a  fermare i lavori se non viene effettuata l’intera pavimentazione. ”E’ impensabile-dicono alcune persone che abitano in questa strada – che dopo tanto disagio ora vogliono anche  prenderci per i fondelli. Ora basta e decidano cosa vogliono fare. Da qui non ci muoveremo se non porteranno a termine i lavori in modo serio e cosi come previsto”.

About Lorenzo Applauso (2125 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

1 Comment on PIEDIMONTE MATESE, PROTESTA IN VIA ANNUNZIATA:”VOGLIAMO LA SISTEMAZIONE DELLA STRADA”

  1. Mario Rosario Zoccolillo // 18 Maggio 2017 a 18:38 // Rispondi

    Caro Lorenzo, la ditta preposta che è “corsa ai ripari, si fa per dire” è la mia ditta .Ai residenti di Via Annunziata ed anche a te, sfugge il fatto che i lavori nella strada oggetto di polemiche odierne, fanno parte di un unico progetto che prevedeva la sostituzione dell’acquedotto nella frazione di Sepicciano, La sostituzione dell’intera centrale di pompaggio (centrale maretto) ed altre opere che dovranno andare a realizzarsi. Ebbene, nel maggio del 2016 è stato presentato il primo stato di avanzamento dei lavori che a tutt’oggi il sottoscritto ancora non ha incassato (le somme le deve erogare la Regione Campania). Alcuni mesi fa ho richiesto ed ottenuto la sospensione dei lavori per mancato incasso (la legge lo consente).
    Circa un paio di mesi fa, mi è stata chiesta la cortesia, nonostante non avessi incassato ancora il primo stato di avanzamento ed ottenuto la sospensione dei lavori, di sostituire la condotta del tratto di Via Annunziata in questione per consentire una portata e pressione di acqua adeguata ai residenti che giustamente lamentavano carenza idrica. Ho accettato di fare ancora uno sforzo e per circa un mese con la mia ditta che è “corsa ai ripari, si fa per dire”, ho sostituito il tubo principale e rifatto alcuni allacci, per fornire intanto l’acqua ai residenti. Stamattina, si stava provvedendo a realizzare il cassonetto lungo lo scavo effettuato per posare il binder e salvaguardare l’incolumità delle persone anziane residenti. Pertanto la protesta odierne dei residenti non ha alcuna ragione di esistere, soprattutto nei confronti della ditta che rappresento che si è resa disponibile nonostante la sospensione dei lavori per le ragioni sopra esposte.
    Firmato : La ditta corsa ai ripari “si fa per dire”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: