RIFIUTI, AUMENTO SI EVASORI NO

Lorenzo ApplausoLe  tariffe da capogiro sui rifiuti pervenute ai cittadini di Piedimonte Matese meritava un immediato approfondimento che noi avremmo chiamato comunemente Editoriale e che avremmo fatto di li a poco. Ovviamente, un cittadino attento, oltre che arrabbiato non ha fatto altro che anticiparci e di conseguenza ne diamo immediata pubblicazione. Certo ancora una volta i cittadini onesti sono quelli che pagano sulla propria pelle anche la disonestà degli altri.

————————————————————————

“Gent.mo Direttore, dopo aver letto sulla sua testata l’articolo “LA STANGATA”- Piedimonte, Cittadini inviperiti per l’aumento della tassa sui rifiuti. Mi permetto di sottoporre alla Sua attenzione un titolo per un Suo ritorno sull’argomento.

AUMENTI SI’ – STANAMENTO EVASORI NO

Lo zelo che il Commissario ha profuso nel determinare l’aumento della tariffa sui rifiuti non è stato lo stesso che avrebbe dovuto indurlo a stanare gli evasori. Sarebbe bastato dare una lettura veloce alla documentazione della Sezione Regionale di Controllo per la Campania della Corte dei Conti e precisamente alle adunanze della Camera di Consiglio  del 26 gennaio, 13 febbraio, 14 settembre , 12 ottobre 2015  e 13 gennaio 2016 per comprendere quanto alta sia la percentuale di evasione a Piedimonte. In particolare sarebbe bastato leggere quanto la Corte dei Conti, nell’esaminare la posizione del Comune di Piedimonte, scrive a pagina 30 della seduta di Camera di Consiglio del 14.09 e 12.10.2015:

“….. del resto, la grave sofferenza di cassa conferma la forte difficoltà dell’Ente a riscuotere una parte importante dei propri residui che risultano affetti da una vera e propria inesigibilità di fatto, e non da una mera dubbia esigibilità, sofferenza di cassa (a fine 2014 oltre 4 milioni di euro), che va ben oltre le aspettative di riscossione di taluni crediti nel corso del 2015 (per circa 2 milioni di euro)”,per comprendere che andavano adottati i dovuti provvedimenti per stanare evasori e morosi.Ma il Rappresentante del Governo se ne guarda bene e preferisce percorrere la strada più semplice: tra lo “stanamento” degli evasori e” l’aumento ai cittadini onesti”, preferisce la seconda strada. Così: paghi di più (e quanto di più….), chi onestamente sta nei ruoli. Continui a evadere  il furbo che non è nei ruoli. Ci sarebbe tanto ancora da dire carissimo Direttore ma, stia tranquillo, l’argomento sarà riaffrontato a giorni per vicende che il Commissario conosce! Grazie e distinti saluti.”

 

 

About Lorenzo Applauso (2099 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: