PIEDIMONTE MATESE VERSO IL VOTO. COSI I CANDIDATI CHIEDONO CONSENSI

 

Piedimonte Matese. E cosa non si fa pur di  ottenere voti: dai diretti interessati, i candidati, alle agenzie pubblicitarie, pur di lanciare il messaggio piu’ incisivo  che arrivi direttamente al cuore dell’elettore. Bella è simpatica è stata la trovata, delle due “olandesine” in bici, una pubblicità elettorale non aggressiva,   fatta col sorriso e che alla fine colpisce indubbiamente il cittadino- elettore. Ci riferiamo a quella commissionata dalla lista Di Lorenzo all’Agenzia “Noleggiami” di Luigi Vinciguerra di Piedimonte Matese. Le due splendide  ragazze, dal viso pulito e molto simpatiche che giravano in bicicletta per la città con la gigantografia dei candidati e che l’obiettivo del nostro cronista ha sorpreso stamattina per le vie del centro,  nella foto di Casertasera.it. Sono in molti a definirla la piu’ simpatica e curiosa.

Carlo Grillo ha scelto invece i video in varie zone della città per raccontare fatti e misfatti una sorta di “Striscia la notizia elettorale” con tanto di soluzioni, cosi come promesso dall’Avvocato, se sarà scelto a governare Piedimonte Matese.

 

 

 

Diversa ma altrettanto incisiva quella di Fabio Civitillo, medico  che non ama i  confronti elettorali se non viene proprio trascinato. Lui ama parlare direttamente alle persone facendolo nei vari angoli della città, come ha ripetuto piu’ volte. Ma al di la della pubblicità che nell’era dell’immagine è importante, restano i voti che gli elettori decideranno di dare nel silenzio della cabina elettorale. Per ora, vince sicuramente l’agenzia “Noleggiami”, per i risultati dobbiamo aspettare a domenica notte.

About Lorenzo Applauso (2099 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

1 Comment on PIEDIMONTE MATESE VERSO IL VOTO. COSI I CANDIDATI CHIEDONO CONSENSI

  1. Masaniello // 9 Giugno 2017 a 15:02 // Rispondi

    Non aggressiva come quel camion “bandiera” dell’agenzia con la gigantografia che fa su e giù per il paese inquinando non poco con quel suo motore diesel che chissà come (e se) ha superato il collaudo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: