Ultime notizie

GIUSEPPE IANNOTTA, UN ALTRO SOCIALISTA CI LASCIA

|CARMINE LISEO|San Prisco. Fedelissimo e fan del professore Agostino Stellato, a distanza di dieci giorni dalla scomparsa del compagno Mario Salzillo, anche Giuseppe Iannotta, lascia un profondo cordoglio tra i socialisti della città di San Prisco. Lui profondo conoscitore delle problematiche della collettività, in quanto commerciante di stoffa e vestiti, sapeva molto bene dialogare con il popolo, e poi Via Massari era la strada della lista Tifata, prima, e del PSI . Dopo la vittoria degli anni 70 sulla lista della Democrazia Cristiana del vulcanologo Lorenzo Casertano e del fiduciario delle scuole elementari di Viale Trieste, il maestro Francesco Picena,i socialisti ebbero la strada spianata fino al 1978, quando i DC con Francesco Zibella conquistarono il comune di San Prisco, con Stefano Paolino segretario locale. E Peppe Iannotta con i fratelli Mattia e Paolo, sempre accanto al sindaco socialista Stellato. Poi il partito andò all’opposizione, fino al 1998, quando un ‘altro della dinastia Stellato riuscì a conquistare lo scanno più alto di Via M. Monaco con5 consigliere del PSI e 6 della DC, ai tempi del dottore commercialista Di Rienzo, che dovette soccombere alle richieste del presidente del gruppo socialista che ottenne con forza e determinazione la poltrona di sindaco per il dottore che poi, subito dopo scomparve dalla scena politica locale. E Giuseppe Iannotta continuava a votare socialista ma negli ultimi tempi, in piazza Santa Rosalia, tra compagni, dopo la perdita del professore Agostino Stellato affermò:” I socialisti a San Prisco sono scomparsi, ma noi rimarremo sempre fedeli al Garofano, perché per noi la politica è passione e non accattonaggio”. Sante parole pronunciate davanti al Monumento dei caduti, in presenza di Paolo e Mattia Iannotta, Giuseppe Salzillo e tanti altri che hanno condiviso le battaglie per la Cava Statuto e quelle ambientali per evitare ulteriori disastri ambientali. Riposa in pace a questo guerriero dal carattere burbero ma buono ed onesto, sempre in prima fila a combattere democratici cristiani, repubblicani e comunisti dell’epoca, a volte anche con parole forti, ma precise, atte a colpire la politica arrivista ed opportunista dei partiti storici della città di San Prisco. Il futuro del PSI è nelle mani del segretario locale ing. Carmine Cestrone e dei giovani e giovane che fanno parte del direttivo e che cercheranno con i SOCIALISTI IN MOVIMENTO di continuare sulla loro scia per riconquistare Via M. Monaco. I funerali oggi alle ore 17.00 nella Chiesa Madre con una messa  officiata da don Enzo di Lillo.

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: