LETINO, MORIA DI PESCI NEL LETE, FORSE L’INQUINAMENTO ALLA BASE DELLA STRAGE DI TROTE

Redazione. Letino. Nelle acque limpide del Lete sono apparse da un po’ di tempo in superficie decine di carcasse di trote morte. I naturalisti si stanno dannando l’anima per cercare di capire il perché  di questa improvvisa moria di pesci, là dove le trote vivevano fino a ieri in un’oasi incontaminata dall’inquinamento e dalla razzia incontrollata dei pescatori di frodo. Il loro dito, comunque, è  puntato principalmente sul depuratore comunale, anche perché le trote morte galleggiano soprattutto nelle sue vicinanze o più  a valle. Questa però  è  solo una ipotesi che merita di essere approfondita, infatti, le cause dell’impoverimento improvviso della fauna acquatica potrebbero anche essere altre. E questo è  un argomento che le Autorita’ locali dovrebbero prendere in seria considerazione. Sta di fatto che il torrente Lete, indicato ad esempio  della natura incontaminata del Matese, rischia di fare la fine di altri corsi d’acqua della zona che hanno visto diminuire, se non proprio annientare, il loro patrimonio ittico.

About Emiddio Bianchi (4241 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: