Ultime notizie

ALVIGNANO. CALA IL SIPARIO SUL GREST

Anche per quest’anno si è conclusa, con la grande festa e celebrazione della Santa Messa di fine Grest, la meravigliosa esperienza vissuta dai  ragazzi  alvignanesi all’interno dell’Oratorio Kairos.

I genitori dopo essersi emozionati e divertiti vedendo quello che hanno fatto i loro figli negli undici giorni trascorsi in oratorio, non si sono fatti sfuggire l’occasione per manifestare la loro gratitudine al parroco don Stefano Pastore e agli animatori dell’A.C.R., ai loro assistenti ed a tutti i volontari per l’impegno e la passione che hanno profuso affinché questi giorni potessero trascorrere al meglio e dare i migliori frutti dal punto di vista educativo e ricreativo. Nel tempo che stiamo vivendo è sempre più difficile il compito dei genitori, primi educatori dei figli, in una società in cui la scala dei valori sembra capovolta. Infatti mentre più ci si impegna a formare la loro personalità ed a far capire loro che la vita è un dono ed una grande opportunità che ci è stata regalata, che la felicità non si misura in base a ciò che si possiede ma in base alla ricchezza interiore di ognuno di noi, ecco che dall’esterno arrivano spesso informazioni e stimoli esattamente contrari che rischiano di distruggere o rendere estremamente difficile il lavoro educativo delle famiglie. Diventa allora fondamentale l’aiuto delle realtà sociali in cui viviamo ed in cui i ragazzi trascorrono gran parte del loro tempo, come la scuola o la Parrocchia. Bellissimo, in particolare, il titolo scelto per l’edizione di quest’anno che è “Si va in scena. L’arte di vivere è una parabola” nella dimensione del tempo. Spesse volte ci si lamenta del fatto che i bambini trascorrono troppo tempo davanti alla televisione o ai videogiochi! È importantissimo fa capire loro  che la vita non è qualcosa di scontato, ma ogni giorno in più che abbiamo a disposizione deve essere impiegato al meglio per se stessi e per gli altri. Questo è il messaggio che è stato trasmesso con il lavoro fatto al Grest, che, così come è stato gestito dagli animatori e poi vissuto dai ragazzi, non è stato un parcheggio nel quale consegnare la mattina ed andare a ritirare la sera; sarebbe stato sprecato tempo prezioso della loro vita. Al contrario sono cresciuti tanto, hanno imparato a cantare ed a ballare; nei ragazzi più grandi e negli adulti che li hanno seguiti hanno avuto guide che sono state un esempio nell’atto di donarsi agli altri senza avere nulla in cambio. Domenica 6 Agosto non c’è stata soltanto la festa conclusiva del Grest, ma anche e soprattutto una grande festa per il ritorno in parrocchia di tanti ragazzi e giovani, felici di frequentare l’oratorio e di rendersi parte attiva in tutte le attività che vengono proposte.

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: