Ultime notizie

NEL PROGETTO “CASA ITALIA”, INSERITO ANCHE PIEDIMONTE MATESE

Jpeg

Piedimonte Matese. Andare oltre l’emergenza, oltre la ricostruzione, con un progetto coordinato e strategico a lungo termine in cui tutti possano riconoscersi: soggetti sociali, ordini professionali, associazioni di categoria, sindacati, associazionismo fino agli esponenti del mondo ambientalista.
All’indomani del terremoto del Centro Italia del 24 agosto, il Presidente Renzi lanciò in conferenza stampa il PianoCasa Italia, un piano a lungo termine per la messa in sicurezza del territorio nazionale, un progetto di cura e valorizzazione del patrimonio abitativo, del territorio e delle aree urbane. In data 05 Settembre 2017 l’Amministrazione di Piedimonte Matese ha ricevuto presso la Casa Comunale la Prof. Arch. Manuela Grecchi, docente del Politecnico di Milano. Alla presenza del Sindaco Di Lorenzo, degli Assessori Santopadre e Paterno, della Responsabile Maria Cristina Volpe e coadiuvati da tecnici di fiducia, la professoressa ha illustrato nei dettagli il Progetto. L’amministrazione è riuscita a reinserire la nostra Città nel progetto dopo una prima esclusione dovuta ad una errata indicazione procedurale della precedente amministrazione ( come dichiarato dalla Prof. Grecchi che ha specificato l’esigenza di una indicazione di edifici residenziali e non Scuole come allora indicato) e grazie all’assistenza di un consulente legale di fiducia che ha curato la ripresa dei rapporti con il Rettore del Politecnico di Milano. Gli edifici da individuare e non ancora scelti dovranno essere di proprietà dell’Ente e destinati ad edilizia popolare. Il cantiere finanziato dal Governo sarà “sperimentale” e prevede la gestione della messa in sicurezza mentre gli inquilini “ continueranno a vivere” l’edificio o lo faranno attraverso una parziale rotazione. La scelta degli edifici è al vaglio del Dipartimento Ministeriale “Casa Italia” e non dipende dal Comune ma dal Ministero. Altri Comuni sono già in fase avanzata grazie ad una repentina partenza e Piedimonte Matese è riuscito solo ora a recuperare la partecipazione a questo progetto di rilevanza Nazionale in collaborazione con altre Università di Napoli e e Milano. Durante lo svolgimento verrà aperto in Città un “cantiere accademico” per il quale verranno selezionati 5 laureati in Ingegneria per ogni Facoltà partecipante a Piedimonte ( Milano, Napoli e forse Capua e Salerno)- per cui 20 giovani saranno selezionati per corsi di formazione teorico pratici inerenti il Cantiere e professionisti locali potranno essere coinvolti per il Cantiere in collaborazione con la Casa Comunale. La scelta di Piedimonte Matese non è assolutamente politica ma viene purtroppo fuori dall’incrocio da parte del politecnico di Milano di dati inerenti Sismicità, rischio idreo-geologico e dati inerenti lo spopolamento dei centri storici. L’Amministrazione Di Lorenzo supporterà il Politecnico, i tecnici Ministeriali e gli Accademici profondendo impegno e coadiuvando l’organizzazione che sarà a cura del Dipartimeno Ministeriale “Casa Italia”.

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: