RECUPERO DI OPERE D’ARTE PER 7 MILIONI DI EURO, RITROVATA ANCHE LA STATUA DI S. MICHELE DEL 1300 RUBATA NELL’ISERNINO

 Isernia. Opere per un valore di 7 milioni di euro, provento di furti a chiese e istituti religiosi, sono state recuperate dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Tra i beni recuperati nell’ambito dell’operazione “Start up” vi e’ la splendida pala d’altare di fattura fiamminga, raffigurante “La stazione XII della via Crucis: Gesu’ muore in croce”, datata 1520 e rubata a Mons (Belgio), nel luglio del 1990, ai danni di un Istituto religioso e una bellissima statua in marmo raffigurante “madonna con bambino” risalente al 1500 provento di furto avvenuto nel 1997 presso la Chiesa “Santa Marta” (arciconfraternita di San Vitale) di Napoli. Dall’operazione è emersa fra le numerose opere anche la statua du San Michele Arcangelo, risalente al 1300 e rubata a Monteroduni (Isernia) nel 2016 e per la quale i Carabinieri di Isernia, coordinati dal Maggiore Salvatore Vitiello avevano lavorato intensamente fino a quanto poi le indagini sono state  prese in carico dai Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Un contributo che ovviamente da prestigio alla “squadra” del Maggiore Salvatore Vitiello particolarmente sensibile anche ai reati del patrimonio.

About Redazione (12965 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: