ESSERE SUL PEZZO!

Torna il consueto appuntamento con Gramm@ticamente, lo spazio dedicato alla lingua italiana. Quante volte, nel gergo giornalistico, ci siamo imbattuti  nell’espressione “Essere sul pezzo“? ormai frequente sui giornali, web e in TV, senza sapere quale sia la sua origine.

Bisogna specificare innanzitutto che la sua origine non è attestata con sicurezza, sebbene una prima spiegazione sia da rimandare all’ambito militare: Rita Librandi, in un inserto dell’Accademia della Crusca, spiega che il primo a evidenziare ciò è stato Lorenzo Renzi il quale, dopo aver analizzato il gergo delle caserme, rimanda l’espressione “Essere sul pezzo” alla 2° guerra mondiale,  evidenziando che il “pezzo” era probabilmente quello dell’artiglieria. “Essere sul pezzo”, quindi, indicava essere al proprio posto di lavoro in caso di ordine. Il giornalista e critico letterario Giorgio De Rienzo, rimanda il passaggio da “essere al pezzo a “essere sul pezzo” al suo uso nel linguaggio delle officine legato quindi al lavoro della catena di montaggio. Il critico fa coincidere il “pezzo” con l’oggetto lavorato nella fabbrica: l’operaio, infatti, doveva prestare attenzione affinché il pezzo che aveva tra le mani passasse senza difetti alla successiva fase lavorativa. Per queste ipotesi quindi il gergo giornalistico “essere sul pezzo” indica l’attenzione che il giornalista deve porre sulla notizia, affinché possa dare ai lettori una informazione completa.

A presto con un nuovo appuntamento! 

About Valentina Monte (840 Articles)
Giornalista Pubblicista iscritta all' Ordine dei Giornalisti della Campania

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: