Ultime notizie

AILANO SI CONFERMA CITTA’ DELLA PACE, PRESENTE AGNESE GINOCCHIO ALLA 3° EDIZIONE DEL PASSAGGIO DELLA FIACCOLA

Ailano (CE) – Si è svolto, giovedi 23 Novembre , alla presenza degli alunni dell’IC. “Ailano – Raviscanina”, dei genitori, del Sindaco Vincenzo Lanzone, del vice Sindaco Pina Di Fiore, del Dirigente Scolastico Mario Grillo, dei Sindaci e delegati dei Sindaci presenti dei Comuni di: Raviscanina, Anastasio Napoletano; Fontegreca, Carolina Gianfrancesco e Gallo Matese Domenico Tartaglia, la III ° EDIZIONE dello storico passaggio della “Fiaccola della Pace” che commemora i 100 anni della grande guerra e ha l’obiettivo, come riportato nella motivazione della mobilitazione iniziata nel 2014 ad opera del “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio”, presieduto in questa provincia da Agnese Ginocchio, presente alla manifestazione insieme al vice Presidente Gino Ponsillo, coinvolgere gli Enti locali e le Scuole per farli aderire all’appello di Pace e lavorare in sinergia per la promozione di un programma di cultura della Pace e della Nonviolenza. La manifestazione ha riacceso ancora una volta i riflettori sul drammatico momento che sta investendo questo tempo attanagliato da guerre e da violenze e dove all’orizzonte le minacce di un III conflitto mondiale diventano sempre più fitte. La simbolica marcia della Pace, partita dopo l’accensione della Fiaccola consegnata ad un rappresentante della scuola, si è svolta in uno dei primi comuni che anni or sono già ospitarono ed aderirono all’appello di Città per la Pace: Ailano.  Ancora una volta il magnifico borgo, cuore del Parco regionale del Matese, si rivela il Comune dell’accoglienza e del dialogo, aprendo le porte della propria casa alla Pace. Il corteo si è snodato dalla Piazza antistante il Comune intitolata al Gen. “Carlo Alberto della Chiesa” per poi attraversare un tratto del centro e raggiungere infine i giardinetti antistanti Piazza Madonna di Lourdes, dove è stato un anno fa piantumato l’Albero della Pace, il Monumento vivo dedicato a tutti i caduti della grande guerra e ai martiri delle stragi, attentati, terrorismo, criminalità e mafie, di AIlano e nel mondo. E proprio davanti al Monumento vivo che si sono susseguiti tutti gli interventi delle Istituzioni presenti. Il Sindaco Vincenzo Lanzone, il vice Sindaco Pina Di Fiore ed il Dirigente scolastico Mario Grillo, hanno rimarcato ancora una volta l’importanza di essere promotori di Pace, e, attraverso l’esercizio della memoria che ricorda i drammatici avvenimenti accaduti in cui persero la vita migliaia e migliaia di vite umane, impegnarsi solennemente oggi perché orrori del genere non più accadano. Quindi hanno ribadito la loro volontà ad aderire all’appello di Pace, a farsi promotori di una cultura fondata sulla Pace e sulla Nonviolenza, partendo dalla propria Amministrazione e dalla Scuola, cuore pulsante della Comunità e di respingere ogni forma di violenza che impedisce il cammino della Pace.
Quest’anno in particolare con l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace conferito all’ ICAN, “Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari” e di tutti gli armamenti, sono stati accesi i riflettori su quest’argomento. Gli alunni hanno depositato ai piedi dell’Albero della Pace le loro armi giocattolo “simbolo di tutti quei strumenti di morte che uccisero durante la guerra tante vite umane”- ha ricordato Agnese Ginocchio. “Non armi di morte, ma Nonviolenza e disarmo, questo sia il nostro impegno”, ha ribadito la testimonial per la Pace, alla quale ha fatto eco l’Appello per il disarmo, declamato dal vice Presidente del Movimento Gino Ponsillo. Alla manifestazione hanno partecipato, esibendo magnifici cartelloni realizzati sul tema della Pace, tutti gli alunni della scuola dell’ infanzia, della primaria e della secondaria di primo grado di cui le referenti sono le prof.sse: Caterina Borrelli, Giuseppina Carmela Covelli detta “Pina” e Tina Grillo, sono state presenti inoltre tutte le docenti della scuola. Gli alunni delle classi V, coordinati dalle docenti: Cantelmo Rosamaria, Covelli Pina  hanno poi inscenato alcune performance in cui hanno riflettuto sul significato di agire e di lavorare per la Pace ogni giorno. Sono stati declamati anche alcuni passaggi tratti delle “Memorie di un soldato bambino” ( declamati dagli alunni: Airoai Gabriella, Avecone Angela, Bucci Giovanni, Cantelmo Asia, Cappello Antonio, Carlone Alessandra, De Santis Edoardo, Iadevaia Francesco, Lebiu Francesco, Marra Simone, Papa Andrea, Robbio Giuseppe, Toscano Chiara, Toscano Melissa, Vessella Giulia), infine una poesia sulla Pace. Al termine degli interventi degli alunni è seguita la cerimonia della Sigla del Patto di Pace tra il Sindaco, Dirigente Scolastico e la Presidente del Movimento per la Pace, con la quale sono stati riconfermati i titoli e le nomine di “Città per la Pace” del III Millennio e “Scuola di Pace” del III Millennio. Una nomina che comporta una grande responsabilità: l’ impegno a farsi promotori di Pace non solo oggi ma sempre, ha ricordato Agnese Ginocchio. Al termine in segno di ringraziamento per l’impegno profuso il Movimento per la Pace ha conferito al vice Sindaco Anna Maria Pina Di Fiore detta “Pina”, un attestato di Encomio speciale per la Pace attraverso il quale è stata affidata alla vice Sindaca una “speciale delega per la Pace”, essendosi impegnata in prima persona per l’organizzazione dell’evento di Pace non solo quello di quest’anno, ma anche degli anni precedenti. In segno di ringraziamento per l’impegno profuso è stato consegnato anche alle docenti dell’ Istituto Comprensivo plesso di Ailano un Attestato di ringraziamento, consegnato alla referente Pina Covelli. Commossi ed entusiasti i Sindaci e delegati dei Sindaci dei Comuni di Raviscanina, Anastasio Napoletano; Fontegreca, Carolina Gianfrancesco e Gallo Matese, Domenico Tartaglia; i quali a partire da Raviscanina, che ha già deliberato in Giunta l’adesione all’appello di Pace, hanno comunicato di volere presto ospitare anche nel loro comune questa bellissima manifestazione di Pace, per potere a loro volta farsi promotori di Pace e lanciare questo importante segnale dal tutto il Matese, che per eccellenza è Terra di Pace. Il Matese così si avvia a celebrare il “Patto di Pace dei Sindaci” che potrebbe essere l’atto conclusivo della mobilitazione della Fiaccola partita, come si diceva nel 2014 ( 1914-2014/2018), oltre che ad entrare nel coordinamento provinciale e regionale degli Enti Locali per la Pace.Si ringrazia per la buona riuscita della manifestazione la Protezione Civile, l’associazione Il Faro, l’arma dei Carabinieri, con il Maresciallo, che impedito per motivi di lavoro ha fatto pervenire i propri saluti ai partecipanti e i genitori. Presente alla manifestazione anche il prof. AntonIo Ferraro, ex amministratore, che anni or sono contribuì all’iter burocratico per l’adesione all’appello “Città per la Pace”.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: