Ultime notizie

CLAMOROSO AD ALIFE, DOVEVA ESSERE TUMULATA NELLA TOMBA INSIEME AL MARITO MA I RESTI DELL’UOMO ERANO SCOMPARSI

Alife. Doveva essere tumulata nella tomba del marito ad Alife, questo aveva lasciato detto ai parenti, ma dopo la morte, nella fase di rimozione della lapide si scopre che i resti del marito erano spariti. Sgomento e rabbia da parte della figlia che ha denunciato il caso ai Carabinieri. La brutta storia che ha dell’incredibile vede vittima una famiglia di Caiazzo. L’altro giorno, la donna, fra l’altro molto stimata in paese, muore in seguito ad una malattia e cosi come aveva deciso da viva i parenti e la figlia si attivano per trasferire la sua salma da Caiazzo dove abitava, al cimitero di Alife dove doveva essere sepolta insieme al marito, scomparso molti anni fa. Qui la sorpresa che ha dell’incredibile: dietro alla lapide non c’erano piu’ i resti del marito ma c’era il vuoto. I parenti che lì da sempre portavano un fiore e lì che su quella tomba, andavano a pregare, rimangono letteralmente allibiti, increduli. Solo dopo essersi ripresi dallo shock hanno poi chiamato i Carabinieri e denunciato l’accaduto. La figlia è sprofondata, è il caso di dire, in un dolore doppio: quello per la morte della mamma e per i resti scomparsi del suo adorato padre. Ovviamente, è inutile dire che il cimitero di Alife non è nuovo a problematiche del genere, tanto che da tempo, la Magistratura sta indagando su alcuni fatti accaduti. Tempo fa, alcuni resti, furono trovati fuori dai loculi. Evidentemente c’è davvero qualcosa che non va. Il comune, al di la dell’iter della Magistratura, che sarà certamente lungo qualcosa dovrà pure fare. Il bruttissimo episodio di ieri mattina è la conferma di un malessere ormai diffuso sul piano organizzativo, all’interno della struttura cimiteriale che va immediatamente affrontato per evitare che nell’attesa della chiusura delle indagini  si verifichino altri fatti gravi come quello avvenuto ieri. Cosa dovranno fare ora i parenti? Dove piangeranno il loro congiunto, dove potranno accendere un cero? Per ora non è dato sapere. Sarà ora la Magistratura a ricostruire l’accaduto, cosa abbastanza complessa e stanare l’eventuale colpevole.

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: