Ultime notizie

UOMO RITROVATO DECAPITATO E SENZA BRACCIA. HA FINALMENTE UN NOME: LO HA SCOPERTO LA REDAZIONE DI CASERTASERA.IT

Redazione. Al 99,99% il cadavere dell’uomo ritrovato senza testa e senza braccia, di cui hanno parlato tutte le testate giornalistiche italiane un paio di giorni fa, ha finalmente un nome. Lo ha scoperto, grazie alla  conoscenza della lingua rumena della sua compagna, il vice direttore di Casertasera, Emiddio Bianchi, che si è  subito attivato non appena ha avuto la percezione che il caso potesse avere una svolta.

I fatti. Nella notte fra mercoledì e giovedì scorsi, nelle campagne di Caltagirone, in provincia di Catania, viene rinvenuto in un cespuglio il cadavere di un uomo, molto probabilmente sulla cinquantina, decapitato e senza braccia. I carabinieri brancolano nel buio per alcuni giorni anche perchè nessuno ha fatto denuncia di sparizione di qualche persona in quei luoghi. Sono proprio loro, per questo motivo, a richiedere informazioni utili alle indagini tramite gli organi di stampa. La notizia si sparge in ogni dove e una signora rumena abitante a pochi chilometri da Vaslui, in Romania, ne viene a conoscenza e si preoccupa. Proprio in quei giorni, infatti, suo fratello che lavora a Sigonella, vicino a Caltagirone, non fa più avere notizie di sè e a lei questa cosa non piace anche perchè era abituata a sentirlo due o tre volte al giorno. Al telefonino non risponde e per questo motivo decide di lanciare un appello su Facebook, su uno dei tanti gruppi di rumeni in Italia, al fine di avere sue notizie da qualcuno che lo conoscesse o  sapesse qualcosa di lui. Letto anche nella redazione del nostro giornale, il vice direttore contatta la donna in Romania e si fa spedire una foto del fratello. E’ una questione di ore perchè chiama immediatamente la caserma dei carabinieri di Caltagirone e tramite una mail spedisce foto e dati dello scomparso e numero di telefono della signora rumena. Detto fatto,  passa pochissimo ed è proprio la donna che telefona alla nostra redazione, confermando che i carabinieri siciliani, tramite il giubbino che indossava, non certamente da altri particolari anatomici, lo hanno riconosciuto come suo fratello. Sarà adesso la prova del DNA, anche se praticamente non ci sono dubbi, a stabilire definitivamente che il corpo mutilato dell’uomo appartiene a Costel Ciobanu, nato in Romania il 24/06/1966 (nella foto). Ovviamente, a questo punto, le indagini per risalire agli assassini potrebbero avere una clamorosa svolta positiva.

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: