LO SAPEVATE CHE A VALLE AGRICOLA VIENE VENERATO S. GENNARO? UN CITTADINO CHIEDE IL “MIRACOLO”:” RESTAURATE L’AFFRESCO CHE CADE A PEZZI”

Valle Agricola. Al miracolo della liquefazione del sangue che S. Gennaro   ha compiuto  ieri e, nel rispetto dell’evento, arriva puntuale la preghiera di un cittadino di Valle Agricola, per un nuovo miracolo . “ Prego il Santo – ha detto – che voglia proteggere anche quel piccolo centro di Valle Agricola, sul Matese, in cui  è venerato, quantomeno dalla fine del secolo 15°, dove nella chiesa di Santa Croce è riprodotta la sua effige, nell’abside della navata laterale destra, nell’affresco del Pantocrator”.

A lanciare il messaggio l’avvocato Luigi Cimino, che abita a Piedimonte ma non ha mai tagliato le radice con la sua amata Valle Agricola.   Qualcuno faccia il miracolo – ha detto ancora – di manutenere l’affresco che va sgretolandosi, come appare nel rettangolo che rappresenta il Vescovo di Benevento e Protettore di Napoli, San Gennaro. Chiediamo un pò di impegno da parte delle istituzioni affinchè lo straordinario affresco non vada distrutto”. (Nella foto l’affresco di S. Gennaro a Valle Agricola e l’avv. Luigi Cimino)

About Lorenzo Applauso (1937 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

2 Comments on LO SAPEVATE CHE A VALLE AGRICOLA VIENE VENERATO S. GENNARO? UN CITTADINO CHIEDE IL “MIRACOLO”:” RESTAURATE L’AFFRESCO CHE CADE A PEZZI”

  1. giovanni giuseppe caracciolo // 18 Dicembre 2017 a 7:39 // Rispondi

    Bellissimo dipinto! Complimenti all’Avvocato Cimino che ha segnalato questa opera d’arte. Spontaneamente subito si fa strada l’ipotesi di un gemellaggio di Valle Agricola con Napoli.
    Questa ulteriore “chicca” del Matese potrebbe rappresentare grazie ai suoi significati religioso ed artistico un volano di sviluppo turistico per la ridente cittadina matesina.

    • Grazie, Egregio e stimato Dottore, anche lei può dare una mano, con suoi conoscenti. Vale veramente la pena di interessarsi al caso da parte delle persone che, come lei, sono uomini di cultura ed ai quali interessa il “rifiorire” del nostro territorio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: