Ultime notizie

MATESE, DIECI FURTI IN DIECI GIORNI. PARLA IL COMANDANTE DEI CARABINIERI FALSO: TRANQUILLI, STIAMO LAVORANDO INTENSAMENTE”.

Piedimonte Matese. I numerosi furti che in questi giorni stanno colpendo un’area ristretta come il Matese, preoccupa notevolmente la popolazione e non sono poche, le iniziative private pur di difendersi dai ladri che hanno creato un clima di forte tensione nelle  famiglie. Spesso però, l’allarme sociale di fronte a questi crimini  non è facile da controllare e tutti, noi compresi, siamo preoccupati dal fenomeno dilagante. Abbiamo provato a sentire il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Piedimonte Matese, il Maggiore Giovanni Falso che, insieme ai suoi uomini sta lavorandocon discerzione  sul territorio. Ma proprio il modo discreto di lavorare, per non dare vantaggi ai malviventi, spesso preoccupa la gente perché viene letto come  scarso impegno   delle forze dell’ordine. E’ pur vero che servirebbero piu’ uomini ma il lavoro intenso di questi giorni  ci dovrebbe in qualche modo tranquillizzare.

“E’ chiaro– dice il Comandante della Compagnia –  che è difficile tenere in ogni angolo una macchina dell’Arma che metterebbe solamente in fuga il male intenzionato ma non andremmo a risolvere il problema. Se non prendiamo il responsabile con le mani nel sacco, diventa difficile bloccarlo. Nei giorni scorsi abbiamo espulso alcune persone con foglio di via che erano finite nelle maglie dell’Arma, proprio grazie al  nostro lavoro intenso ma soprattutto molto riservato. Abbiamo molte segnalazioni di macchine e persone sospette, da parte dei cittadini, che quasi sempre risultano essere poi i nostri uomini che lavorano  in borghese”.

  • Maggiore però dobbiamo anche dire che il problema c’è, probabilmente si percepisce in una dimensione amplificata. Lei ci può quantificare il numero dei furti?

“Possiamo dire che abbiamo la media di un furto al giorno. Dieci furti in dieci giorni”

  • Quali sono i comuni colpiti?

“I comuni sono quelli di San Potito Sannitico, Piedimonte Matese, Alife e ieri in due aree diverse nel comune di Dragoni. Non sono certamente pochi ma chiaramente c’è anche una forte amplificazione del fenomeno che non tranquillizza i cittadini e costringe le forze dell’ordine a lavorare con piu’ difficoltà”.

  • Maggiore cosa bisogna fare allora?

”Innanzitutto nessun provvedimento  fai da te. Ognuno fa il proprio mestiere. Chiedo innanzitutto ai cittadini una maggiore collaborazione nelle segnalazione,  i quali potranno chiamare  direttamente il centralino dei Carabinieri o il “112” quando si ha la sensazione concreta di trovarsi di fronte a persone sospette. I cittadini, devono sapere che stiamo lavorando intensamente anche se non vedono divise o macchine dell’Arma in giro”,

  • Si parla di ronde notturne in alcuni comuni, le risulta?

“Questo non va fatto nel modo piu’ assoluto, cosi come inutile creare allarmi sociali. Posso già dire che se verranno identificate persone che partecipano a ronde, verranno immediatamente denunciate”.

 

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: