Ultime notizie

DOMANI 21 DICEMBRE “NATALE INSIEME” ALLA SIR DI PIEDIMONTE MATESE. CINOTTI: “UN MOMENTO IMPORTANTE PER I NOSTRI OSPITI”

Piedimonte Matese. E’ previsto per domani pomeriggio con inizio alle ore 15,30, presso la struttura sanitaria Sir, adiacente il ”Grattacielo” di Piedimonte, il simbolico scambio di auguri di buone feste fra gli ospiti della struttura gli operatori e le numerose autorità che interverranno. Nel corso dell’evento, verrà celebrata la Santa Messa dal Vescovo Valentino Di Cerbo, salute permettendo, a causa di un infortunio  di cui è stato vittima il prelato  e subito dopo la proiezione di un cortometraggio e l’attesissima esibizione del coro. Presente,  naturalmente, il Direttore e il responsabile della struttura, il dottori Fabrizio Ferraiuolo e Giuseppe Cinotti. Quest’ultimo si è detto felice per questo ennesimo incontro che ritiene fondamentale non solo per gli aspetti simbolici e conviviali ma soprattutto per gli ospiti che hanno bisogno di calore umano e di essere protagonisti di queste attività che sono determinati per il loro cammino. Il dr Giuseppe Cinotti da sempre favorevole alla legge Basaglia che, come ricordiamo, portò all’abolizione dei manicomi-lagher.La Legge 180 è la prima e unica legge quadro che impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il trattamento sanitario obbligatorio, istituendo i servizi di igiene mentale pubblici. Ciò ha fatto dell’Italia il primo (e al 2017, finora l’unico) paese al mondo ad abolire gli ospedali psichiatrici.

“Prima della riforma dell’organizzazione dei servizi psichiatrici legata alla legge n. 180/1978, – spiega il dr Cinotti – i manicomi erano spesso significativamente connotati anche come luoghi di contenimento sociale, e dove l’intervento terapeutico e riabilitativo scontava frequentemente le limitazioni di un’impostazione clinica che si apriva poco ai contributi della psichiatria sociale, delle forme di supporto territoriale, delle potenzialità delle strutture intermedie, e della diffusione della psicoterapia nei servizi pubblici”. Insomma una riforma da molti apprezzata ma bisogna anche dire che le Asl devono investire e  impegnare risorse in strutture e personale per far si che essa possa essere applicata alle perfezione, al fine poi di centrare gli obiettivi che la legge stessa si pone.

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: