Ultime notizie

ELEZIONI POLITICHE: I PARLAMENTARI CASERTANI E GLI ISTINTI POPOLARI, NEL PUNTO DI MARIO ZANNONE

Mario Zannone. Caserta.  Del Sesto, Russo, Iorio, Moronese, Santillo, Sarro. Saranno questi i parlamentari  a rappresentare la provincia di Caserta. Lonardo, De Luca, Fedeli, Barbaro ( indipendente Lega) sono i paracadutati della quota proporzionale e dei resti. Di epocale, in queste elezioni,  non sono gli esiti piuttosto la determinazione motivazionale del consenso. Le valutazioni dei flussi elettorali sono sottoposte a rigidi protocolli interpretativi dove l’elemento numerico risulta rappresentativo di percorsi d’indagine che hanno, come parametro di riferimento, la valutazione sociologica, il metro economico, l’aspetto ideologico, le pulsioni motivazionali, il quadro storico   ed altri fattori che incidono sulla formazione complessiva del consenso espresso dal singolo voto. In questa circostanza la novità è risultata dall’uniformità e omogeneità territoriale del voto, come accaduto per i Cinque stelle nel Meridione  e Isole. Milioni di cittadini, contemporaneamente, ante voto, hanno raggiunto la medesima convinzione di voto attraverso tutti i parametri espressi in precedenza. Su milioni di elettori hanno influito, alla stessa maniera, tutte le ragioni che hanno portato ai risultati evidenziati, da subito in modo riduttivo e difettivo catalogati nella categoria sociologica della  protesta che rimane, nonostante i trionfalismi  esacerbati, sostanziata da  forze di minoranza, seppur roboanti.

I Cinque Stelle, come le altre formazioni, hanno raccolto consensi che costituiscono minoranze e nicchie all’interno del corpo elettorale. Per il Movimento di Grillo la percentuale è spostata più in alto in termini numerici, ma si è dinnanzi sempre a delle minoranze. Questa analisi è confermata da un  primo dato: il popolo Italiano, seppur apparentemente abbia votato in maniera omogenea, in realtà risulta  diviso per quanto attiene l’orientamento politico. La frammentazione è più evidente quanto più risulta uniforme il consenso. Si direbbe che  la vittoria delle minoranze abbia palesato ciò che nascondeva il premio di maggioranza legato alle precedenti leggi elettorali.  E’ tramontata così l’idea del maggioritario e della polarizzazione del voto in due formazioni. L’attuale legge elettorale ha definito la nudità dello scenario degli orientamenti politici.  Anche nel passato la Dc non raggiungeva percentuali assolute, tanto da ricorrere a governi pentapartitici, ma essa conseguiva la maggioranza culturale nel Paese, venuta meno con l’affievolirsi  di quella  comune percezione, cristallizzata dalla visione democristiana della politica, della società e dello stato. La fine del monopolio culturale, retroterra  di cui ha beneficiato per anni anche il centro destra di Berlusconi, ha consentito, così,  la deriva populista ed estremista. Quindi la destrutturazione del modello culturale coesivo del Paese ha frammentato l’ orientamento politico, poco rappresentato dall’esiguo numero dei partiti divenuti, nel frattempo, contenitori di interessi. L’aspetto antropologico del voto rivelerebbe, inoltre,  interessanti spunti storici e pulsionali dei  popoli meridionali, tendenzialmente sofferenti dello Stato centralizzato, e di tutto ciò che ne consegue. Il voto movimentista, estremista, non ancora alla prova della gestione pubblica, sottende vocazioni  popolari a far leva su istinti alimentati dal malessere generalizzato ed esistenziale. Il Meridione ha risposto, pertanto,  alla percezione delle  negatività  con la ribellione stile Masaniello. Si affida al moto di popolo la volontà del cambiamento. Il Nord, contrariamente, oppone  la destra di Salvini, colui che incarna la tutela della classe imprenditoriale, della media ed alta borghesia.  Lo stesso popolo ha reagito  diversamente allo stesso problema. Il  Nord tutelando gli interessi ( Salvini), il Sud affidandosi alla ribellione. Caserta entra nel solco delle dinamiche espresse con un particolare rilevante riguardo la fine dell’incidenza del voto clientelare.

 

 

 

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: