Ultime notizie

UN PO’ DI MOLISE- BLOCCATA BANDA DI ROMENI SPECIALISTI IN FURTI DI APPARTAMENTO

Isernia: Sinergia tra Carabinieri e cittadini, permette di bloccare banda di rumeni dedita ai furti in abitazione. Pregiudicato arrestato 

Isernia. Verso ora di pranzo, una donna di Isernia, nel rientrare a casa, si accorge che all’interno vi erano degli sconosciuti intenti a rubare che, accortisi la sua presenza, si davano a precipitosa fuga raggiungendo un’autovettura parcheggiata sotto al palazzo, dove vi era un complice ad attenderli pronti per dileguarsi. Un solerte cittadino attirato dalle urla della padrona di casa, ed assistendo alle spericolate manovre dei delinquenti, lancia l’immediato allarme al “112”, fornendo elementi utili al rintraccio dei fuggitivi, che consentiva ad una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia di intercettare l’auto in fuga che dopo un inseguimento a velocità sostenuta per le vie del centro abitato, riuscivano a fermare e trarre in arresto il conducente, mentre gli altri due si dileguavano a piedi. Il 19enne arrestato, di origine rumena, veniva accompagnato in Caserma, dove dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Isernia, con l’accusa di furto aggravato in concorso. Le ricerche e le indagini sono tutt’ora in corso per identificare e rintracciare gli altri due autori del furto.

Venafro (IS): 37enne arrestato dai Carabinieri per reati in materia di stupefacenti

Venafro. I Carabinieri della Stazione di Venafro, hanno arrestato un 37enne, locale, sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla competente Autorità Giudiziaria, relativo all’espiazione di una pena detentiva per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, commesso nel recente passato. I militari dopo opportuni appostamenti, lo hanno rintracciato presso la propria abitazione, dove è stato fermato ed accompagnato in Caserma e dopo le formalità di rito trasferito presso la Casa Circondariale di Isernia, dove dovrà espiare la pena pari a sei anni e mezzo di reclusione.(Nella foto il Maggiore Salvatore Vitiello).

 

 

 

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: