Ultime notizie

RITROVATE DOSI DI “COBRET” NELL’ABITAZIONE DIUN 47 ENNE RICOVERATO PER OVERDOSE

ISERNIA. Ad Isernia, nel corso di una perquisizione eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, nell’abitazione del 47enne che nella giornata di ieri è stato ricoverato presso l’Ospedale Civile del capoluogo “pentro”, per una sospetta overdose, sono state rinvenute nella camera da letto dosi di sostanze stupefacenti del tipo “cobret”, comunemente definita anche “droga dei disperati”. Il cobret è una droga “pesante”, a basso costo, ottenuta dalla lavorazione dell’oppio che, secondo gli esperti, ha un potente effetto tossico ed è più pericolosa dell’eroina stessa perché altera la realtà lasciando danni irreparabili nella mente di chi ne fa uso. Lo stupefacente ha l’aspetto di una polvere molto simile allo zucchero di canna. La sua diffusione in Italia parte dalle zone del napoletano e si espande sull’intero territorio nazionale. Ora i Carabinieri sono impegnati nelle attività di indagine tese ad accertare l’eventuale canale di rifornimento dello stupefacente rinvenuto e sottoposto a sequestro. Inoltre i militari dell’Arma attraverso personale specializzato effettueranno nelle prossime ore opportune analisi di laboratorio per accertare le caratteristiche chimico-fisiche delle dosi. Della vicenda i Carabinieri hanno informato la competente Autorità Giudiziaria.

COBRET CHE COSA  E’?

Si tratta di eroina, o, più precisamente, di un prodotto intermedio di lavorazione ottenibile saltando la fase di acetificazione che trasforma l’eroina base in eroina cloridrato (iniettabile), è tagliato con anfetamina o simili.
Il Kobret (o Cobret) è assunto per inalazione.
Ciò che viene venduto al mercato illegale può essere di tutto. Non è possibile quindi sapere con esattezza cosa fosse quello che ti veniva venduto quando il suo aspetto era diverso dal solito ma nemmeno quando il suo aspetto era quello usuale.
E poi il “taglio” che viene fatto da chi lucra sulle sostanze può essere costituito da sostanze innocue ma anche da sostanze molto pericolose e inoltre la sostanza può essere presente in dosi estremamente diverse con gli ovvi pericoli di overdose inaspettate.
Le statistiche ci dicono che in Italia la mortalità dei giovani tossicodipendenti è cinque volte superiore a quella dei pari età della popolazione generale.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: