S. GREGORIO MATESE, GIOACCHINO TOMA: PRESENTATO IL LIBRO DI ALBERIGO BOIANO

Vincenzo Mezzullo|San Gregorio Matese.  Nel periodo cruciale dell’unità d’Italia il giovane pittore Gioacchino Toma viene arrestato e confinato a Piedimonte e San Gregorio. Tra la nobiltà borbonica e la borghesia liberale trova di che vivere grazie alla sua arte, lasciando in zona un gran numero di ritratti, opere sacre, affreschi, caricature e nature morte, che ora vengono per la prima volta codificati. Un successo dunque la presentazione  del libro “Gioacchino Toma – sorvegliato politico tra artisti, sotterfugi e nobiltà” scritto da Alberico Bojano e pubblicato da poco a Napoli per Guida Editori. Il volume è stato presentato a San Gregorio Matese   nella chiesa antica del paese, dove erano esposte  le opere da lui dipinte.

 

 

 

 

About Redazione (8277 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: