Ultime notizie

PIEDIMONTE MATESE, “HO I TOPI IN CASA”, IL GRIDO D’ALLARME DI UNA DONNA

Redazione. Piedimonte Matese. Riceviamo e pubblichiamo il grido d’allarme di una donna di Piedimonte Matese a proposito di una vera e propria invasione di topi (quelli grandi che da queste parti  vengono chiamati come le donne dai facili costumi) in un’area urbana e quindi a stretto contatto con la popolazione. “Gentile direttore, abito a pochissima distanza da quella che ormai e’ diventata la foresta che si vede nella foto. Non scrivo dall’Amazzonia bensì da Piedimonte Matese, dal centro cittadino, a due passi da via Sannitica, dove sorgono appartamenti e villette. Sembra ormai che viviamo nella giungla, con serpenti e altri animali che aumentano di giorno in giorno. La cosa più preoccupante e’ che di recente la zona è diventata anche il posto prediletto dalle “zoccole”. Le chiamo in questo modo per rendere l’idea del pericolo che corriamo perché ce ne sono a volontà e qualche volta ci fanno anche delle visite sgradite nelle nostre abitazioni. Io che abito al terzo piano ne ho vista una grande come un gatto nella mia cucina, entrata in casa dopo aver rotto anche la zanzariera. Approfitto delle sue pagine perché qualcuno legga il mio appello e prenda provvedimenti, non solo nel mio quartiere ma anche in altre zone della città dove mi risulta che la situazione non sia tanto migliore”. La ringrazio.

Informazioni su Emiddio Bianchi ()
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

1 Commento su PIEDIMONTE MATESE, “HO I TOPI IN CASA”, IL GRIDO D’ALLARME DI UNA DONNA

  1. giovanni giuseppe caracciolo // 15 settembre 2018 alle 7:40 // Rispondi

    Da anni, purtroppo, sopratutto per motivi economici, le Amministrazioni spesso non riescono ad effettuare la necessaria derattizzazione e prevenzione per evitare il profilerare su tutto il territorio di questi poco graditi animali, veicoli di malattie importanti. Piedimonte è anche vittima dei serpenti, anche di belle dimensioni, che si attestano lungo i letti dei fiumi Maretto , Torano e rivi minori, provenienti dai monti che circondano la Città. La variazione climatica degli ultimi anni favorisce il proliferare di arbusti con una vegetazione simil amazzonica difficilmente controllabile che spesso non aiuta, luogo ideale per l’annidamento questi animali, non esclusi i famigerati cinghiali, ormai ubiquitari. Purtroppo i topi salgono nei palazzi attraverso le grondaie ed i tubi del gas di alimentazione delle caldaie, dove spesso decidono di prendere residenza al loro interno , luogo per loro ideale, così sono al calduccio e possono programmare con calma le loro scorribande. Debellarli significa che una Amministrazione dovrebbe avere una Tasck-Force con un impegno economico notevole di uomini e mezzi rispetto ai tempi passati per l’acquisto dei necessari farmaci e la pulizia dei torrenti dalla vegetazione ormai soffocante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: