Ultime notizie

PIEDIMONTE M., FESTA DEI CADUTI IL QUATTRO NOVEMBRE, ANZI IL SEI. COSI I GIOVANI SI ALLONTANO E CALANO GLI ISCRITTI. SCOPPIA LA POLEMICA

Piedimonte Matese. In vista della festa del 4 novembre già scoppiano le polemiche ovunque, ancora piu’ forti invece a Piedimonte Matese dove da sempre questo appuntamento è stato fortemente sentito e capace di coinvolgere   tantissima gente anche per la grande capacità della Sezione locale dei Reduci e Combattenti.

I giovani si allontanano dall’Associazione e l’Associazione provinciale si preoccupa del calo di iscritti. A tutto questo c’è però un perché: il mercato settimanale o altri eventi, così come la festa che organizza il Prefetto a livello provinciale prendono il sopravvento e addio tradizionale festa del 4  novembre.

Saltano quindi le date e l’evento perde inevitabilmente di efficacia. Allora perchè lamentarsi se poi i giovani e i cittadini in genere si allontanano da eventi cosi importanti? Anche quest’anno così come l’anno scorso, le critiche non sono mancate. Le polemiche si sa, hanno  spesso solo la capacità di rompere. Allora noi raccogliamo e proponiamo una soluzione che arriva dal popolo  e dai tanti  che hanno a cuore questa manifestazione.

Al di là di mercati o altri eventi provinciali, la festa va fatta il quattro novembre e deve prevalere su tutto anche sulle stesse scuole, così come prevede la tradizione. Il Prefetto, organizzi pure la festa a livello provinciale ma al massimo  puo’ pretendere una piccolissima rappresentanza per ogni comune e non di piu’.  I Sindaci e le loro amministrazioni, insieme ai Reduci, dove ve ne fossero ancora (Piedimonte ha solo due ex reduci e  combattenti, purtroppo impossibilitati a partecipare per motivi di salute) i simpatizzanti e i ragazzi delle scuole dovrebbero, insieme alla cittadinanza commemorare nel proprio comune, così come lo scorso anno hanno fatto alcuni comuni del Matese. Questo, soprattutto per dare possibilità ai tanti cittadini di partecipare, tenuto conto che non si può pretendere che la gente parta  da Letino o Gallo Matese per partecipare alla festa che il Prefetto organizza a Caserta.

“Se questo viene compreso – ci dicono alcuni cittadini molto risentiti – da parte delle Associazioni locali e provinciale e da parte delle istituzioni, allora tutto potrebbe rientrare nel binario giusto, altrimenti, si continuerà a perdere pezzi senza trasmettere ai giovani il messaggio che questa festa ogni anno ci rinnova.

IL 6 NOVEMBRE E’ LA FESTA DEI CADUTI

Nè possiamo rimanere stupefatti se un ragazzo della terza media, qualche tempo fa ebbe a dire che la festa dei Caduti è il 6 novembre, solo  perché nel suo comune proprio quel giorno era stata celebrata.

Intanto l’Associazione Reduci e Combattenti di Piedimonte Matese, costretta ad “ubbidire” al Prefetto, ha programmato per il 5 novembre in occasione del centenario della Grande guerra,    un momento di grande riflessione presso la Biblioteca comunale di Piedimonte Matese (mentre il giorno successivo è previsto il corteo)  dove verrà anche distribuito un opuscolo da parte del Presidente dell’Associazione Raffaele Civitillo e dove alcuni relatori approfondiranno il tema di questa straordinaria giornata che tutti dobbiamo ricordare come un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l’inizio del ’90​0 e che ha determinato i radicali mutamenti politici e sociali che tutti conosciamo.

Un data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti​ (Padova) con l’Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate che mai dovrebbe essere rinviata in altre date per  eventi certamente piu’ banali come potrebbe essere un mercato settimanale.

Questo perché, ricordiamolo ancora una volta, in questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo. E che noi non possiamo e non dobbiamo cambiare in nessun modo, e ci rivolgiamo particolarmente a politici e istituzioni, locali e provinciali.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: