Ultime notizie

RUVIANO, ACCOLTE CON UNA TOCCANTE CERIMONIA LE SPOGLIE DEL SERGENTE MAGGIORE NICOLA GIANO

Clara Riccio. Ruviano.  Tanti Tricolori a fare da sfondo alla grande cerimonia che, venerdì 2 novembre, si è svolta a Ruviano per accogliere le spoglie del Sergente Maggiore Nicola Giano, dopo un viaggio lungo 73 anni. Era dalla fine della seconda guerra mondiale che le sue spoglie giacevano nel Cimitero Italiano Militare D’Onore di Francoforte Sul Meno in Germania. In seguito ad una vasta e molto sentita mobilitazione, che ha coinvolto sia l’amministrazione comunale che le associazioni locali, il soldato valoroso è ritornato nella sua terra natia. Nicola Giano, nato il 9 aprile 1917 ad Alvignanello, piccola frazione del Comune di Ruviano, stava intraprendendo il suo percorso di maestro di scuola quando, dopo il servizio militare, a soli 20 anni, fu richiamato alle armi; come Sergente Maggiore fu fatto prigioniero dai tedeschi e deportato in un lager nazista in Germania; dopo due anni di sofferenze atroci, morì il 7 aprile del 1945 e fu, quindi, sepolto nel territorio tedesco, rimanendo lì, in quella terra lontana che non gli apparteneva, per 73 lunghi anni. Il suo rimpatrio, diventato priorità assoluta per i suoi familiari, non era certamente impresa facile, ma nulla è impossibile se è il cuore a guidare le azioni. Così, il desiderio di un soldato di ritornare alla sua terra natia si è finalmente realizzato grazie alla tenacia di una sua nipote e di coloro che l’hanno supportata moralmente ed economicamente, in primis l’amministrazione comunale di Ruviano guidata dal Sindaco Roberto Cusano, l’Associazione Nazionale Combattenti E Reduci, sezione caiatina guidata da Enrico D’Agostino e quella locale di Alvignanello guidata da Pasquale De Filippo, coadiuvati dal                                   Col. Pasquale Di Meo, presidente della Pro Loco Raiano . L’urna contenente i resti mortali del soldato caduto in guerra è, così, arrivata nel piccolo comune casertano ed è stata accolta con tutti gli onori dal primo cittadino, dai sindaci dei paesi limitrofi, dalle massime autorità civili, militari e religiose, e dalle nuove generazioni ruvianesi.  Sabato 3 novembre, nella frazione di Alvignanello, si è svolta la cerimonia conclusiva anticipando, per l’occasione, la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate del 4 novembre. Le Autorità civili, militari e religiose, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, le scolaresche e tutta la comunità hanno reso onore a tutti i Caduti e in particolare al Sergente Maggiore Giano, le cui spoglie sono state consegnate alla famiglia per la sepoltura nel cimitero di Ruviano.

 

 

 

 

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: