Ultime notizie

VIDEO|IL DRAMMA DEI FIGLI DI GENITORI SEPARATI IN UN IMPORTANTE CONVEGNO A CALVI RISOLTA

Jpeg

Calvi Risorta. Si è tenuto presso il comune di Calvi Risorta, piccolo centro della provincia di Caserta, un importante convegno sulle  problematiche che vivono oggi i figli di genitori separati.

“L’amore si muove – Genitori per sempre”.  Era questo, in sintesi, il titolo che ha visto insieme psichiatri, psicoterapeuti familiari, mondo della scuola e mediatori familiari. Molto importante   l’apertura dei lavori di Amelia Izzo, su storia finalità ed obiettivi nei diversi ambiti del Gruppo di Parola.  I lavori, organizzati dall’Università del Matese, il comune di Calvi Risorta e la Regione Campania,  sono stati  moderati brillantemente da Laura Palmeri. Il sindaco di Calvi Risorta Giovanni Lombardi ci ha spiegato poi da dove nasce l’esigenza di questo convegno nella sua città. Sentiamolo nel Video

A margine dei lavori, abbiamo sentito sul tema , in chiave tecnica,  il dr Antonio Cantelmo, Psicologo clinico- Psichiatra il quale è andato subito al cuore del problema spiegando quali sono i segnali che i genitori devono cogliere sui disagi dei bambini e cosa si puo fare.(Guarda il Video)

LA RELAZIONE

SEMINARIO FORMATIVO – 2° EDIZIONE “ L’AMORE SI MUOVE” 2018. Genitori per sempre: Voce all’emozione dei bambini…nella separazione. Calvi Rissorta (CE) 10/11/2018.                           I Figli del “Divorzio”: quando i genitori si separano – Relatore : Dott.  Antonio Cantelmo – Psichiatra – Psicologo Clinico – Dirigente medico ASL Caserta U.O.C. Medicina Generale e Pronto e Soccorso – Membro della Società Italiana di Psichiatria

__________________________________________________________________________

Quando finisce l’amore tra i coniugi e si litiga in continuazione o, peggio ancora, non ci si parla più, allora l’unica soluzione, senza falsi moralismi, è la separazione. Ma a soffrirne le maggiori conseguenze sono i figli. Sono proprio loro che subiscono il danno psicologico più rilevante poiché vengono meno molti punti di riferimento, e i bambini, spesso, sentendosi “responsabili” del fallimento dei loro genitori, sperano di contribuire a rimettere in sesto la situazione. Familiare. Per evitare il più possibile gli effetti devastanti di questo dramma, bisogna rassicurare i propri figli ed essere chiari fin da subito sui cambiamenti futuri, mantenendo con loro un rapporto leale e costante nel tempo. E’ bene sapere che le reazioni possono essere diverse a seconda dell’età: se ha meno di 5 anni, il bambino può manifestare sentimenti di ostilità per uno dei genitori. Un figlio adolescente, invece, potrebbe cercare precocemente l’indipendenza e mettere in atto atteggiamenti di ribellione, spesso accompagnati da difficoltà scolastiche. Ad esempio, se vostro figlio piange senza un motivo apparente, ha dolori allo stomaco, soffre di insonnia, si comporta in modo aggressivo, sappiate che questi sono alcuni primi segnali tipici del difficile momento che il bambino sta attraversando. A questo punto, è utile (saggio) chiedere e chiedersi cosa fare ? Va aiutato a rendere espliciti i problemi, a parlarne, anche se voi stessi siete nell’identico stato d’animo. Spiegategli che lui non è responsabile della separazione, in modo da non creargli falsi sensi di colpa. Vostro figlio ha bisogno di essere amato da entrambi i genitori, anche se voi verosimilmente non siete d’accordo. Fate attenzione a non alzare la voce in modo eccessivo e a non litigare violentemente di fronte a vostro figlio, poiché tutto ciò lo agita e lo preoccupa, e non poco. Mettete sempre in chiaro che il divorzio è definitivo, di modo che il piccolo non pensi che vi possa essere una riconciliazione tra i genitori. Se proprio dovete trasferirvi, cercate di trovare casa nelle vicinanze o, almeno di non sradicarlo dal suo ambiente (habitat), di fargli frequentare la stessa scuola con gli stessi amici: meno cambiamenti dovrà affrontare nella vita di tutti i giorni, più riuscirà a superare lo stress da divorzio. Dite a vostro figlio che l’unica cosa che è sicura è l’amore che entrambi avete per lui, anche se tra voi il rapporto è chiuso. Se il bambino ha meno di 6 anni, cercate di coccolarlo comunque in più occasioni, perché egli ha ancora bisogno di percepire emozioni positive da parte di mamma e papà. . Il bambino ha bisogno di entrambi i genitori, pertanto evitate che il divorzio sia vissuto come l’abbandono da parte di un genitore. Date al coniuge la possibilità di trascorrere adeguati periodi di tempo con il figlio, dategli la possibilità di telefonare all’altro genitore quando lo desidera. Anche se siete separati, cercate di essere coerenti nel dare a vostro figlio delle regole. Infine, evitate eccessive indulgenze nei suoi confronti, non concedetegli facili privilegi ed evitate di attirarlo dalla vostra parte con regalini o concessioni che aumenterebbero il suo disorientamento con il rischio di viziarlo.

 

                                                                                  Dott. Antonio Cantelmo

                                                                                    (Psichiatra)

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: