PIEDIMONTE MATESE, LA DENUNCIA DI UN LETTORE, IN PERIFERIA SONO TROPPI I CANI ADDESTRATI A OFFENDERE

Redazione. Piedimonte Matese. “Gentile direttore, ho la fortuna di possedere un piccolo appezzamento di terreno, con qualche albero di olive che non raccolgo neppure, sulla collina che sovrasta il borgo di Sepicciano. Ci vado un paio di volte all’anno con la macchina, giusto per dare un’occhiata, per la stradina che sale su da dietro il campo sportivo. La mia dietista mi ha consigliato di andarci a piedi per smaltire qualche chilo di troppo e io le ho dato ascolto, dopo che mi sono procurato una specie di bastone per aiutarmi lungo la salita. È stata la mia fortuna. Manco si fossero passata la voce, infatti, tutti i cani delle case lungo la strada, almeno due per ogni abitazione, hanno cominciato ad abbaiare come se stesse passando il più feroce dei criminali. Il guaio è che uno di loro me lo sono trovato di fronte, quasi come se stesse aspettando la colazione. Sono riuscito, grazie al bastone che avevo in mano, a dissuaderlo e a mettermi in salvo. Mi chiedo se sia possibile una cosa simile, fermo restando che ognuno ha il diritto di difendere le proprietà, soprattutto di questi tempi. Mi chiedo anche, pero’, se un cittadino qualunque ha il diritto, quando le belle giornate glielo consentono, di fare quattro passi senza correre il rischio di finire azzannato all’ospedale, cosa che di recente le cronache hanno più volte riportato. Grazie per l’ospitalità”. Riportiamo la lamentela del lettore, fiduciosi che l’amico dell’uomo venga sempre addestrato per adempiere solo ed esclusivamente a questo compito.

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (4241 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: