Ultime notizie

“PARTENOPE”: ECCO IL PRIMO LAVORO LETTERARIO DEL GIOVANE SCRITTORE MATESINO FRANCESCO LUTRI

Piedimonte Matese. “Partenope” è un interessante lavoro letterario del giovane scrittore matesino Francesco Lutri (Nella foto) che già raccoglie i primi apprezzamenti a pochissimo tempo dalla pubblicazione. Il lavoro è ambientato durante le vicende del  Risorgimento che hanno condotto alla caduta del Regno delle Due Sicilie . E’ dunque da inquadrarsi nel genere letterario del  romanzo storico.  La protagonista del racconto è Partenope una ragazza vivace e ribelle, imparentata con la dinastia borbonica,    che ha vissuto tutta la sua vita in Sicilia, in assoluta spensieratezza. Ma con lo sbarco dei Mille, essendo imparentata con la dinastia borbonica è costretta a ritirarsi a Napoli. Qui si innamorerà della città, ma non avrà abbastanza tempo per godersela: presto le dinamiche politiche ed ambigue del nascente governo italiano la spingeranno a riconsiderare la sue identità e ad affrontare la decadenza della sua vita idilliace, proprio come il Regno di cui, suo malgrado è una “principessa”

Il motivo per cui l’autore ha scritto questo romanzo è quello di poter comunicare ai lettori un fatto storico a lungo tempo ignorato, che ancora oggi fa fatica ad essere riconosciuto. Cercando di non cadere nell’errore del criticismo e del più efferato meridionalismo e “filoborbonicismo”, cose che a suo dire non gli riguardano, ma che sono troppo facilmente attribuibili a coloro che scrivono di queste cose, l’autore ha trovato il modo nella narrazione di un racconto, il più impossibile avvincente, con personaggi ed un intreccio proprio, di sua invenzione, così che fosse il racconto stesso il fulcro di tutto, piuttosto che la Storia (materia), che funge da  contorno e palcoscenico. Essenzialmente dal punto di vista storico i fatti che inseriti nello sviluppo dell’intreccio sono pochi e principalmente due: L’arrivo di Garibaldi a Napoli e l’accordo tra lo Stato sabaudo e la camorra locale per il controllo territoriale della città. Tutti i personaggi del racconto alla fine finiscono per interagire e per influenzarsi tra di loro, direttamente o indirettamente, “buoni” e “cattivi”, una distinzione impropria che l’autore ha tentato di evitare, prevenendo la tecnica della “demonizzazione”: tutti i personaggi agiscono per interessi personali o politici ed è per questo che “buoni” e “cattivi” del racconto agiscono egoisticamente, non in maniera immorale, ma piuttosto amorale.  Il racconto è anche “biografico” dato che Francesco Lutri ha voluto esprimere, tramite alcuni personaggi, esperienze ed emozioni che ha personalmente sperimentato nella sua vita: lo si evince nelle descrizioni dei paesaggi e degli scenari popolari della Sicilia e di Napoli, luoghi principali nel quale le vicende sono calate e luoghi a cui lo stesso autore profondamente legato.

Francesco Lutri, nato a Piedimonte Matese il 6 giugno del 1996, studente di Scienze Politiche  all’Università degli Studi di Napoli Federico II,  è autore del suo primo romanzo “ Partenope: agonia del mare”.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: