Ultime notizie

L’INCREDIBILE STORIA DI MATTEO, DA PARCHEGGIATORE CON LA TERZA MEDIA CON LA PASSIONE DELLA MEDICINA, A ILLUSTRE CHIRURGO PLASTICO ABUSIVO

Emiddio Bianchi. La storia di Matteo P. , trentenne con la passione della medicina, ha dell’incredibile. La sua bravata (che gli costerà cara) sta suscitando stupore e ilarità in  tanti luminari di prestigiosi ospedali, soprattutto esteri, oltre che nelle aule di giustizia, dove dovrebbe comparire non appena lo avranno rintracciato. I fatti. Matteo non ha studiato, ha “le scuole vascie” e ha preso a stento la terza media, forse con i corsi serali. Di fare le scuole superiori e soprattutto l’università, non se ne parla nemmeno anche se la sua passione nascosta è la professione medica, che ovviamente non può svolgere senza il “maledetto” foglio di carta. Nella sua mente cominciano a balenare strane idee, mentre si dà da fare come parcheggiatore per tirare avanti la baracca. È così che decide di costruirsi una falsa identità ed una altrettanto falsa laurea in medicina, conseguita ovviamente con il massimo dei voti. Naturalmente, ad una laurea presa con 110 e lode non possono che fare seguito dei masters conseguiti con il sudore della fronte presso le più importanti università americane e della Gran Bretagna. Il Nobel, per onore della verità, ancora non lo aveva ritirato quando nella sua mente balena un’altra genialata. Quindi, dopo il pezzo di carta, comincia a lavorare come medico famoso, specializzato in chirurgia plastica, in diversi ospedali. Riesce a prendere per il c… persino  i titolari di cinque cliniche private di Bucarest, in Romania. Qui fanno a gara per garantirsi le sue prestazioni, con giovani donne che si vogliono rifare il seno disposte a fare trafile di tre mesi per assicurarsi la sua mano d’oro. Le cose gli vanno bene e non solo a lui perché, incredibile a dirsi manco fosse stato un medico vero, nessun paziente pare che abbia avuto di che lamentarsi su di lui. Insomma, un medico e un chirurgo estetico da portare ad esempio. Purtroppo, come nei sogni più belli, un bel giorno la storia del presunto dott. Matteo finisce perché a tradirlo saranno proprio le sue “scuole vascie”. Succede che una sua collaboratrice lo sorprende più volte a compiere gesti che un professionista di sala operatoria nell’esercizio della sua funzione, figuriamoci un luminare della medicina, non farebbe mai, come magari aprire una porta con i guanti sterili. È così che il suo strano comportamento, come il suo falso curriculum, finiscono sulla scrivania di una direzione sanitaria, decretando la sua fine di chirurgo. Da qui la denuncia per illecito esercizio della professione medica e la sua sparizione dagli ospedali che frequentava con innegabile successo, soprattutto in Romania, tra la disperazione delle sue pazienti, rimaste coi seni cadenti. Attualmente non si è a conoscenza di dove possa trovarsi. Di sicuro non starà trovando un posto libero per un cliente in qualche parcheggio, la sua passione per il camice bianco non crediamo possa morire così facilmente.

 

 

Informazioni su Emiddio Bianchi ()
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: