Ultime notizie

PIEDIMONTE MATESE, ISTITUTO COMPRENSIVO PIEDIMONTE CASTELLO, PRESENTATA L’INTERROGAZIONE. ORA ASPETTIAMO I RISULTATI

Riceviamo ed integralmente pubblichiamo un comunicato stampa del consigliere comunale di opposizione del comune di Piedimonte Matese  Monica Ottaviani (in una foto dell’ultima campagna elettorale) in merito alla vicenda dell’istituto comprensivo Piedimonte -Castello Matese .

“A pochi giorni dall’assemblea pubblica cittadina, il consigliere Regionale Gennaro Oliviero interroga la giunta Regionale –si legge – su quali azioni vogliono porre in essere, per quanto di Loro competenza, al fine di consentire il corretto funzionamento dell’ Istituto Comprensivo Piedimonte Matese II – Castello e garantire la corretta fruizione del diritto costituzionale allo studio per in giovani cittadini-utenti della scuola in oggetto.Questo è il frutto della sinergia che si è creata tra il comitato spontaneo dei genitori, le istituzioni cittadine, le associazioni e tutta la comunità che sostiene il benessere dei bambini e della scuola, non facendone una questione di appartenenza o di credo.

A parer mio, uno dei mali della nostra comunità è la mancanza di comunicazione tra cittadini e politica. Molte volte le istituzioni sono viste come qualcosa di lontano e irraggiungibile, e il dialogo può essere istituito solo attraverso atti urlati ed eclatanti oppure mediante qualche”chiave” in possesso dell’ “amico di turno”. La vicenda dell’ istituto Comprensivo Piedimonte Matese II-Castello invece dimostra che la composta determinazione di un gruppo di mamme, la sensibilità di alcuni amministratori e l attenzione dei rappresentanti regionali hanno consentito di portare la questione ad un attenzione istituzionale altissima senza suscitare clamori ed alzare “polveroni” mediatici che probabilmente avrebbero prodotto solo “spettacolo” fine a se stesso.

Il primo plauso va mosso al comitato spontaneo genitori. Mamme e papà determinati a rendere la scuola dei propri figli un luogo di formazione vera e non solo rivolta all’essenziale. Nei mesi passati, infatti, la didattica e la formazione dei nostri figli è progredita senza intoppi solo grazie alla volontà e alla professionalità del personale scolastico, senza far mancare nulla in termini strettamente didattici. Ma la scuola non è solo grammatica, aritmetica e geometria, è sopratutto, esperienza, condivisione, crescita e formazione, le fondamenta della vita futura.Una scuola “monca” non è giusta! Soprattutto non lo è perché le “mancanze” sono imputabili ad una persona e ad una situazione che si protrae da troppo tempo.Il comitato spontaneo dei genitori si è ribellato a tutto questo. Si sarebbe potuto urlare, chiamare “le iene” o il Gabibbo, porre tutto all attenzione mediatica che avrebbe fatto sicuramente molto rumore e sensibilizzato le istituzioni competenti facendole sentire sotto attacco. Invece, con la diligenza del buon padre e madre di famiglia si sono organizzate nell’ aula consiliare offerta dal comune di Piedimonte Matese due assemblee nelle quali si è condivisa la migliore strategia possibile.Gli amministratori dei comuni interessati hanno accolto e non banalizzato proposte e, promosso, nell’alveo istituzionale da essi rappresentato, le azioni migliori.Il Comitato Spontaneo dei genitori unitamente al Garante Infanzia e Adolescenza del comune di Piedimonte Matese,   Giovanna del Vecchio ( alla quale rivolgo il mio grazie personale, per riuscire a coordinare con tempo e pazienza le azioni intraprese e da intraprendere, svolgendo con dedizione e attenzione, responsabilità ed orgoglio, il ruolo che è chiamata a svolgere) procede alla convocazione di una seconda assemblea e decide di invitare sindacati di categoria, funzionari regionali, associazioni e le istituzioni cittadine. Partecipa attivamente l’instancabile   Margherita Riccitelli, referente di Cittadinanzaattiva – Matese che con infinita forza da vera guerriera si è prodigata oltremodo a sostegno e a supporto della causa.

Coinvolgo il consigliere Regionale   Gennaro Oliviero, vera sentinella presente sul territorio che ha ascoltato e portato, grazie alla mia richiesta di intermediazione e a quella del consigliere provinciale e presidente del Consiglio del comune di Piedimonte Matese   Gianluigi Santillo, la questione ad uno dei massimi livelli istituzionali possibili, mediante una interrogazione a risposta scritta presentata presso il Consiglio regionale della Campania. L’onorevole Oliviero quindi ha dato voce alle nostre istanze, ha dato ascolto alle gravi ingiustizie che stanno vivendo gli alunni dell’istituto Comprensivo e delle loro famiglie.

Ora occorre attendere il corso dei procedimenti in seno alle Istituzioni preposte, con l’orgoglio di aver promosso un’azione incisiva, ma discreta e “gentile”, col solo scopo di garantire ai nostri figli il diritto sancito dall’articolo 34 della Costituzione, onde finalmente consentire che la loro scuola sia tale a 360 gradi. La cosa che, infine, mi rende particolarmente orgogliosa è che in questa circostanza, nessuno degli amministratori coinvolti si è erto a “capopopolo” cercando di convogliare a se il potenziale consenso ai fini elettorali, facendo anche passare in secondo piano che in questa occasione sono stati meglio di altri che non hanno sposato nè si sono prorogati per la causa. Questa vicenda, lunga e interminabile, quando avrà un lieto fine (e sono fiduciosa e positiva che prima o poi questo succederà sarà di insegnamento a tutti noi, che se da soli si va veloci insieme si va lontano, a dimostrare ancora una volta che la comunità ha bisogna di unione e condivisione per poter raggiungere obiettivi migliori, ognuno con i propri modi e con i propri tempi, ognuno in base alle proprie competenze e capacità, ognuno per come può, ma la comunità ha bisogno di tutti, nessuno escluso. Auguri piccoli e grandi alunni, e studiate per il secondo quadrimestre!

Monica Ottaviani Consigliere Comunale di Minoranza del Comune di Piedimonte Matese.

————————————–

Certo, si tratta per ora di una semplice interrogazione, senza sminuire l’atto ma ora bisogna attendere l’esito che è la cosa piu’ complessa. Presentare una interrogazione (oggi, se ne fanno a valanghe), ci vogliono venti minuti, il risultato però, miracoli a parte, è cosa molto piu’ lunga, soprattutto quando  arriva da certa politica regionale. Speriamo davvero per i ragazzi che presto possano avere a disposizione una scuola funzionale e in sintonia con le loro aspirazione e quella dei genitori. Speriamo anche  che in termini di risultati non sia come il Piano ospedaliero che ha avuto risultati catastrofici per la città. All’assemblea, invece ci sentiamo solo di augurare buona fortuna.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Commento su PIEDIMONTE MATESE, ISTITUTO COMPRENSIVO PIEDIMONTE CASTELLO, PRESENTATA L’INTERROGAZIONE. ORA ASPETTIAMO I RISULTATI

  1. Mala tempora currunt // 8 febbraio 2019 alle 22:16 // Rispondi

    La competenza è, in prima istanza, dell’USP di Caserta e poi dell’USR della Campania. A questi uffici vanno fatte le rimostranze perché qua la politica non c’entra un tubo.
    Questo capita quando tutto si vuol far passare per politica…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: