MONTI DEL MATESE, UN SPLENDIDO ESEMPLARE DI CAPRIOLO “CATTURATO” DALLE FOTOTRAPPOLE DELL’ASSOCIAZIONE ARDEA

Redazione. Monti del Matese. Un’altra preziosa preda è stata “catturata” e immortalata dalle fototrappole installate dall’associazione Ardea sui monti del Matese. Giovanni Capobianco, ideatore dell’iniziativa, può ritenersi piu’  che soddisfatto dai risultati ottenuti, perché ormai sono tante le varietà di animali, talvolta ritenuti lontani dai boschi del Matese, che sono stati sorpresi dall’occhio sempre discreto delle telecamere, installate in posti strategici della montagna, senza creare disturbo alla loro privacy, dove gli animali devono necessariamente transitare per la loro sopravvivenza. È così che in prossimità di alcune pozze d’acqua le fototrappole sono riuscite a riprendere lupi, volpi, cinghiali. Di recente, a venire sorpreso mentre si disseta è stato un splendido esemplare di capriolo, la cui specie è entrata così a far parte degli animali censiti nel Matese. È  sorprendente che gli animali sappiamo delle pozze e ne memorizzino la presenza anche se coperte dalla neve o nel periodo di siccita’, che ne rispettino gli orari per abbeverarsi, in una sorta di turnazione, in tranquillita’ e senza accavallarsi. L’attività di fototrappolaggio continuerà ad osservare il comportamento degli animali, per la salvaguardia soprattutto delle specie in via di estinzione e al fine di garantire alla fauna del Matese  di poter vivere in perfetra armonia con la natura che li circonda.

About Emiddio Bianchi (3998 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: