ALVIGNANO, GLI ALUNNI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO A LEZIONE DI LEGALITA’

Clara Riccio| Alvignano. Nell’ambito dei percorsi di legalità, cittadinanza attiva e vicinanza alle Istituzioni, giovedì 2 maggio, si è tenuto, un importante incontro formativo con gli alunni delle classi seconde della Secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo di Alvignano, retto dalla Dirigente Scolastica Aida Cortese. Relatore dell’incontro il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Alvignano Maresciallo Giancarlo Sangiovanni.  Coinvolti in questa lodevole iniziativa, gli alunni delle classi seconde dei tre plessi di Alvignano, Dragoni e Latina della Scuola Secondaria di 1° grado, che hanno avuto l’opportunità di assistere ad una lezione dedicata alla cultura della legalità; momento formativo che per loro assume una valenza importantissima se si considera che sono in una fase di crescita fisica e mentale e, per questo, come ha sottolineato la Dirigente Scolastica, la soglia di attenzione nei loro riguardi deve rimanere sempre alta. Le tematiche affrontate, come il bullismo, cyberbullismo e le sostanze stupefacenti, sono sicuramente attuali e facilmente riscontrabili nella vita quotidiana, familiare e scolastica degli adolescenti. L’incontro, finalizzato ad avvicinare e sensibilizzare i giovani ai principi della legalità, ha contribuito a chiarire alcuni aspetti, come la responsabilità civile e penale dei ragazzi minorenni.  Alcuni atti di bullismo e cyberbullismo, infatti, come l’interferenza illecita nella vita privata, la diffamazione, la sostituzione di persona, sono molto gravi e punibili con la reclusione. Momento di grande impatto emotivo, la visione di video che riprendano scene di violenze tra studenti e vari atti di bullismo. Particolarmente commovente il lungo elenco di adolescenti italiani morti suicidi negli ultimi anni a causa di atti persecutori, diffamazioni, foto compromettenti o derisioni, che hanno reso la loro vita talmente insopportabile da desiderare la morte. Come ribadito più volte dal Comandante e dalla Dirigente Scolastica durante l’incontro, la violenza porta quasi sempre ad altra violenza in una spirale infinita; un bambino picchiato e maltrattato diventerà a sua volta un adulto violento. L’unica strada percorribile per risolvere questioni gravi è senz’altro il dialogo, la comunicazione, con familiari, amici, insegnanti, dirigenti, con la consapevolezza che non si è mai soli. (Nella foto il comandanted ella stazione di Alvignano con il dirigente scolatico)

About Redazione (9694 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: