PIEDIMONTE MATESE, FINGEVA DI VENDERE PELLET MA INVECE RUBAVA ORO NELLE ABITAZIONI DEGLI ANZIANI. TRE ARRESTI NEL MATESE

PiedImonte Matese/Alife. I militari della Stazione Carabinieri di Piedimonte Matese, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione a tre misure cautelari personali emesse dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere -Ufficio G.I.P..E stato tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento applicativo della custodia cautelare in carcere, IAQUINTO Angelo (31 enne di Piedimonte), ritenuto responsabile del delitto di furto in abitazione , reato commesso in concorso con DI LILLO Livia (29enne, residente nel comune Matesino), per la quale è stata applicata la misura cautelare dell’obbl igo di dimora.Altra   misura   cautelare  dell’obbligo   d i   dimora  è  stata  app licata  ed   eseguita   n e1  confronti   di ZERILLO  Antonio  (32enne  di  Alife), riten uto responsabile  del  delitto  di  ricettazione.I provvedimenti cautelari costituicono l’epilogo di un’atti vità d ‘indagine svolta dai Carabinieri di Piedimonte Matese e diretta dalla Procura della Repu bblica presso i l Tribuna le di Santa Maria Capua Vetere , che ha consentito  di ricostruire la dinamica criminale del pomeriggio del 4 febbraio  scorso, quando IAQUINTO e la DI LILLO, approfittando della ingenuità e buona fede di un 81enne di San Potito Sannitico, fingendosi venditori di pellet, si erano introdott i nell ‘ab itazione della v itt ima, ivi intrattenendosi  e, sfruttando la disattenzione dell ‘anziano procurata da pa rte della donna, riuscivano ad entrare nella camera da letto da dove sottraevano vari monili in oro e un portafogli contenente la som ma di euro 500,00.I tempestivi  accertamenti  effettuat i  presso vari  compro  oro  dell ‘alto  casertano, hanno  permesso  di recuperare gli oggetti in oro trafugati , accertand o la responsabilità del ZERILLO Antonio qu ale ricettatore.

 

 

About Redazione (9717 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: