ALVIGNANO, ATTESA PER I 150 ANNI DELL’ASILO PRINCIPE DI PIEMONTE

Giuseppe Terminiello | Alvignano. Fermano i preparativi per la ricorrenza dei 150 anni della fondazione dell’Asilo Principi di Piemonte di  Alvignano in via Iacobelli. Numerose le iniziative che si svolgeranno dal ventinove maggio e si protrarranno fino al  primo giugno con la celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo amministratore apostolico Mons. Orazio Francesco Piazza e dai Sacerdoti Don Alessandro Occhibove e Don Francesco Vangeli.  All’inizio della seconda metà del 1800, il dottor Pasquale Viscusi, dopo aver diagnosticato l’anemia in numerosi bambini alvignanesi, causata dalla diffusa povertà del tempo, creò un luogo di accoglienza per i piccoli più bisognosi, permettendo ai genitori di allontanarsi da casa per il lavoro. Con l’aiuto dell’avvocato Giulio Iacobelli si realizzò l’asilo nido che nacque come una vera e propria opera sociale. Sostenuto da alcuni benefattori tra cui il suo ideatore Pasquale Viscusi, l’asilo accoglieva i cosiddetti “piccissi” di un anno e mezzo, i “mezzani” di due e tre anni e i “grandi” di quattro e cinque anni. I due fondatori disposero che la loro fosse una scuola cattolica affidata alle suore d’Ivrea, che per più di un secolo hanno formato migliaia di fanciulli, curandone non solo la crescita umana e culturale, ma anche i valori cristiani. Dopo vari percorsi legali ha condotto l’Istituto di Alvignano ad un nuovo risultato: con decreto dirigenziale n.70

del 6 agosto 2013 della Giunta regionale della Campania esso è divenuto Fondazione Asilo Infantile Principi di Piemonte di cui la Diocesi di Alife-Caiazzo assumerà importanti responsabilità, infatti la nomina del Consiglio di Amministrazione sarà di competenza del Vescovo pro tempore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Redazione (9719 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: