Ultime notizie

PIEDIMONTE SANITA’, IN MOLTI DANNO PER CERTO UN TRASFERIMENTO LUI RISPONDE CON I NUMERI: OLTRE 300 IMPIANTI DI PROTESI. PARLA IL PROF. BRUNO DI MAGGIO

Lorenzo Applauso|Piedimonte Matese. Mentre una voce insistente delle ultime settimane parla di un suo possibile trasferimento da Piedimonte in  lidi piu’ prestigiosi e la notizia diventa leggenda metropolitana, lui fa parlare i numeri e sorride quando in molti gli chiedono se sia vero  un suo trasferimento da Piedimonte per strutture ospedaliere piu’ importanti. Parliamo del professor Bruno Di Maggio, recentemente insignito dell’incarico di insegnamento alla scuola di specializzazione in ortopedia e traumatologia all’Università Federico II di Napoli e direttore dell’UOC di Ortopedia del P.O. di Piedimonte Matese.

– A proposito di numeri non le facciamo la stessa domanda che le stanno facendo in molti nelle ultime settimane sul suo possibile trasferimento perché sappiano che non è vero ma i numeri raggiunti da lei e la sua equipe sono veri?

“Certo. La richiesta di interventi di protesizzazione articolare, soprattutto per patologia degeneratIva artrosica dell’anca e del ginocchio è in continuo aumento. In questi giorni, la nostra Unità operativa complessa ha raggiunto il ragguardevole traguardo di 300 impianti eseguiti negli ultimi 2 anni, da quando cioè è stato istituito il Registro Italiano delle Artroprotesi (RIAP) su indicazione dell’ ISS (Istituto Superiore Sanità), allineandosi a centri ortopedici maggiori che in Campania eseguono, sia in regime privato che pubblico, un numero di impianti non inferiore a 100 all’anno”.

– Prof. Di Maggio, come spiega questo aumento in un ospedale quale quello di Piedimonte Matese ove l’utenza locale afferente non è così numerosa come in altre sedi?

“Semplice – spiega – abbiamo assistito ad una progressiva inversione della mobilità passiva, peraltro già evidenziata nel 2015 quando ci fu riconosciuto a Napoli il “Premio Buona Sanita’”, con un evidente aumento dell’affluenza proveniente da altre provincie e regioni limitrofe. Questo, ha contribuito in maniera considerevole a qualificare ancor di più la nostra attività perché frutto di una libera scelta di tanti pazienti della sede in cui essere sottoposti a interventi così delicati di chirurgia ortopedica maggiore”.

– Quali altri fattori ritiene siano stati decisivi in un raggiungimento numerico di prestazioni sanitarie così importanti in un piccolo centro sanitario come quello matesino?

“Ritengo che decisive siano state alcune scelte aziendali quali quella di aderire alla gara regionale di acquisti centralizzati del materiale protesico attraverso SORESA che ha allargato ancor di più la possibilità di avere a disposizione alte tecnologie in assoluta trasparenza: il paziente vuole il meglio e sa che da noi non esiste una protesi per tutti ma quella protesi per quel paziente. In più, affianco alla possibilità offertaci dalla nostra direzione aziendale e di presidio di poter usufruire di una sala operatoria dedicata a tale chirurgia ed il miglioramento dell’acquisizione delle tecniche eseguite da un equipe formata da specialisti per lo più giovani,  da un’assistenza efficace ed una riabilitazione precoce, ha contribuito sensibilmente ad aumentare il consenso dei pazienti, fiduciosi di ottenere presso la nostra unità, un  risultato rapido, efficace e duraturo nel tempo”. (Sopra il Prof Bruno Di Maggio soto una foto di repertorio)

Informazioni su Lorenzo Applauso ()
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: