STRADE A RISCHIO, A PIANA DI MONTEVERNA DOVE UN BOSCO INVADE LA CARREGGIATA CON I GUARD RAIL INGHIOTTITI DALLE ERBACCE

Piana di Monte Verna.  Buche ovunque, asfalto inesistente, vere e proprie voragini che si aprono all’improvviso. Strade chiuse, deviazioni, sensi unici alternati e limiti di velocità imposti dagli autovelox. Questa è la situazione delle strade un pò ovunque. Chi   non conosce la Telesina, meglio nota  come la superstrada che collega Caianello a Benevento o “Strada delle multe”  dove  con gli autovelox si fa cassa ma le strade sono sempre nelle stesse pessime condizioni. Eppure, i soldi dei verbali dovrebbero servire proprio al miglioramento delle strade.

Ieri, vi abbiamo parlato del tratto Pontelatone-Liberi Dragoni, dove è rimasta solo una traccia, visibilità zero,   fondo stradale dissestato e pericolo sempre in vista con le siepi che non vengono tagliate nè dai frontisti nè dall’Ente Provincia,  con i rami  che invadono  le carreggiate già anguste. I soldi non ci sono, dicono da anni a corso Trieste e allora? Evitiamo di pagare la tassa di circolazione? A Piana di Monte Verna, ad esempio, il fondo stradale non è a questi  livelli ma la visibilità è fortemente compromessa. Su una strada dove il traffico scorre anche  velocemente, è davvero un pericolo costante che va eliminato e presto. Immaginate di notte.

Parliamo del rettilineo della Fagianeria in particolare, dove, come d’incanto, sono scomparsi i guard rail, inghiottiti dalle erbacce diventate un vero pericolo per la scarsa visibilità dovuto appunto alla siepi che hanno raggiunto un’altezza impressionante. Ci riferiamo,   esattamente  alla ex strada Sannitica, ora strada Provinciale 336, dove un immediato intervento è d’obbligo prima che ci scappa la vittima.

 

About Lorenzo Applauso (2127 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

1 Comment on STRADE A RISCHIO, A PIANA DI MONTEVERNA DOVE UN BOSCO INVADE LA CARREGGIATA CON I GUARD RAIL INGHIOTTITI DALLE ERBACCE

  1. Giovanni caracciolo // 22 Giugno 2019 a 15:12 // Rispondi

    Sono finiti i tempi di quando i cantonieri curavano quotidianamente i tratti di strada Loro assegnati con semplicissimi attrezzi a bordo del loro Motom rosso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: