PIEDIMONTE MATESE, UNA DOMENICA DIVERSA SULLA MULATTIERA PER CASTELLO

Redazione. Stanchi del mare e delle code chilometriche per raggiungere il litorale domitio nel giorno di festa? Uno scarpinetto e una bella sudata lungo la mulattiera per Castello potrebbero essere una variante. L’antica strada, che comincia a inerpicarsi con pendenze abbastanza ripide da San Giovanni, potrebbe scoraggiare, ma ai nostri antenati non ha mai fatto paura. Fin dalle epoche più remote ha rappresentato l’unico sentiero di transumanza e non solo, perché la mulattiera che adesso viene percorsa esclusivamente dagli amanti del trekking era la via di comunicazione, anche militare, che conduceva dal versante alifano a quello molisano (Bojano, Sepino). La vecchia strada per il Matese, che conobbe anche il triste fenomeno del brigantaggio, cominciò a perdere di importanza quando fu inaugurata la statale che metteva fine all’isolamento delle popolazioni del Matese e ne decretava l’inesorabile destino e lo stato di abbandono attuale che la mulattiera dei nostri nonni non merita.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3552 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: