PIEDIMONTE MATESE, BECCATO IN UNGHERIA OLTRE I LIMITI DI VELOCITA’, VUOLE PAGARE LA MULTA MA NON TROVA I 30.000 FIORINI

Redazione.Piedimonte Matese. Un piedimontese in vacanza a Budapest, la capitale dell’Ungheria, si è visto recapitare una raccomandata di quelle che nessun automobilista vorrebbe ricevere. Ci racconta tutto il protagonista della vicenda. “Il mese scorso mi sono recato in vacanza a Budapest con la mia macchina. Qualche giorno fa mi arriva una raccomandata in una lingua strana, dalla quale riesco solo a capire che sono stato pizzicato a settanta all’ora dove il limite è  di sessanta, con allegata una specie di bonifico da inviare alla polizia ungherese, per un ammontare di 30.000 fiorini. In un primo momento mi spavento nel vedere una cifra così grande, andando poi a vedere il cambio mi rassereno abbastanza perche si tratta di meno di cento euro. Decido di pagare anche perché mi reco spesso da quelle parti e non vorrei avere contenziosi aperti, seppure alla frontiera non ti chiedono neppure i documenti. È qui che cominciano i problemi, perché trovare 30.000 fiorini ungheresi a Piedimonte è pressoché impossibile. Si potrebbe pagare in euro, mi dicono in banca e alla posta, con la prospettiva, non tanto campata in aria, che se nel frattempo il cambio valuta euro-fiorino è diventato sfavorevole per la moneta ungherese, rischio di non pagare per intero la multa. E allora, cosa devo fare?” La soluzione l’avremmo ma non è la migliore….

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3543 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: