SANT’ANGELO D’ALIFE, BAGNO DI FOLLA PER IL FUOCO DEL MORRONE DI SAN CELESTINO

Redazione. Sant’Angelo d’Alife. Bagno di folla a Sant’Angelo d’Alife per l’arrivo del Fuoco del Morrone di San Celestino, il Papa del gran rifiuto che secondo gli storici locali è nativo di Rupecanina. L’evento religioso, organizzato dal Parroco don Mario Rega, si è svolto nella piazza principale della cittadina dove è arrivata la fiamma tenuta da una giovane rappresentante di Raviscanina con il Parroco don Armando Visone e con il Sindaco Ermanno Masiello. Ad aspettarla, oltre le varie associazioni, c’era don Rega, il Sindaco Michele Caporaso e l’Assessore Giovanni Curtopasso. Dopo i rituali saluti c’è stata la Santa Messa con i giovani dell’Azione Cattolica e subito dopo, in processione, alla Chiesa di San Bartolomeo dove è stata deposta la lampada. Ad accoglierla c’era a terra un disegno raffigurante San Celestino, eseguito dalla Pro Loco Santangiolese. Un evento che ha visto unito non solo due comunità ma molti giovani con le loro famiglie, grazie al Parroco don Rega.

 

 

 

About Redazione (9719 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: