Ultime notizie

DIRIGENTI SCOLASTICI, NUOVI AFFIDAMENTI: UN PO’ DI ALTO CASERTANO A NORD ITALIA

Clara Riccio. In queste afose giornate di fine estate gli Uffici Scolastici Regionali hanno lavorato per portare a termine le operazioni relative alle assegnazioni degli Istituti Scolastici quali sedi di primo incarico dirigenziale per i 1.987 vincitori del Concorso DS. Come si evince dall’elenco pubblicato dal Miur, la maggior parte dei nuovi dirigenti affronterà il nuovo percorso professionale nelle Istituzioni Scolastiche del settentrione. La regione con il maggior numero di assunzioni è la Lombardia ( 359) seguita dal Veneto ( 264), dal Piemonte ( 239) ed Emilia-Romagna (212) . Questa ultima regione è sede d’incarico anche dei vincitori di Concorso dell’Alto casertano, tra cui Rossella Di Sorbo di Caiazzo, che sarà la nuova Dirigente Scolastica dell’ I.I.S. di Mirandola (MO) e Nadia Mastroianni (NELLA FOTO) di Piana di Monte Verna, nuova Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo n.7 di Forlì (FC).  Le neo Dirigenti, a cui vanno i migliori auguri di buon lavoro, si apprestano ad intraprendere un cammino enormemente gratificante e professionalmente stimolante, con la determinazione, la tenacia e la sensibilità che, da sempre, contraddistinguano le loro azioni, ma lontano, purtroppo, dagli affetti più cari. Da uno studio di Tuttoscuola, sui dati del Miur, si apprende che soltanto il 45% dei 1.987 vincitori del Concorso per DS, ha ottenuto l’assegnazione nella regione di residenza. Tra questi 890 fortunati non ci sono però i nuovi Dirigenti campani perché l’Ufficio Scolastico Regionale Campania è stata esclusa dalle operazioni di assunzione per mancanza di posti disponibili, pur avendo 229 vincitori.  Ancora non risolte, fino a questo momento, le problematiche legate ai posti non assegnati a causa di rinunce , in quanto il bando del Concorso non accenna (ma non esclude) un possibile scorrimento di graduatoria. Le rinunce sono circa una ventina, con motivazioni varie, non necessariamente legate alla lontananza dalla propria regione di residenza (il primato in Veneto con 9 candidati rinunciatari).  Il contratto di lavoro che i nuovi Dirigenti sottoscriveranno in questi giorni, con decorrenza 1° settembre 2019, avrà come vincolo la permanenza nella regione di assunzione per un periodo di 3 anni, pari alla durata minima dell’incarico dirigenziale previsto dalla normativa vigente, come indicato nel D.D.G. n. 1259 del 23/11/2017.  Il Direttore Generale dell’USR per l’Emilia-Romagna, Stefano Versari, pronto ad accogliere oltre 200 nuovi DS nella sua regione, ha affermato che “da questa ingente assegnazione di nuovi Dirigenti Scolastici, di cui era sentita l’esigenza, deriverà nuova linfa alle scuole grazie all’eterogeneità delle esperienze e all’entusiasmo per il nuovo incarico. Dirigere una scuola implica una importante responsabilità, capacità di leadership e impegno assiduo.”

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: