M5S: I FURBETTI NON SI TOCCANO

Ci lamentiamo che nella pubbliche amministrazione non c’è controllo: la gente non lavora  o addirittura c’è chi risulta a lavoro ma poi in pratica è altrove. I furbetti del cartellino sono un esempio fra i piu’ eclatanti. Infine, arrivano i controlli anche per rispetto delle tantissime persone che fanno il proprio dovere e  sentite cosa si fa pur di avere una poltrona o  voti alle prossime elezioni. Se ci saranno. Vi riproponiamo integralmente, senza aggiungere o togliere nulla, la dichiarazione di oggi a “Italia Oggi” e ripresa dall’ANSA dal Ministro  per la pubblica amministrazione Fabiana Dadone M5S. E’ davvero la fine. La politica è proprio l’opposto della logica. Poi dice che la gente si allontana!

“La rilevazione delle impronte digitali dei dipendenti pubblici per stanare i furbetti del cartellino rappresenta “un uso criminalizzante della tecnologia” con l’effetto di deprimere “anche chi ogni mattina si reca sul posto di lavoro con energia ed entusiasmo”. Così la ministra per la Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone, in un’intervista a Italia Oggi in cui spiega il perché del dietrofront su questa misura e aggiunge che la tecnologia “sicuramente torna utile per tenere a bada chi abusa. Ma probabilmente va usata in modo meno criminalizzante per una intera categoria. A mio avviso la rilevazione delle impronte contiene in sé uno stigma di tale negatività che rischia di deprimere anche chi ogni mattina si reca sul posto di lavoro con energia ed entusiasmo”.  Nella pubblica amministrazione, il governo “vuole assolutamente puntare a rafforzare gli organici, soprattutto in alcuni comparti”, continua Dadone. E aggiunge: “Dopo troppi anni di blocco del turnover l’impegno si è già visto nella scorsa manovra e noi puntiamo a implementarlo. Ma soprattutto, oltre alle dotazioni, è fondamentale puntare sulla formazione continua per valorizzare le competenze e spingere in alto la produttività della p.a.”.

About Lorenzo Applauso (2127 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: