Ultime notizie

“DIVERSI E UGUALI”, SEMINARIO ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALVIGNANO

Clara Riccio. Alvignano. La diversità vista come ricchezza e non come ostacolo è alla base di una didattica inclusiva, una didattica delle emozioni. Questo è il filo conduttore del seminario AID (Associazione Italiana Dislessia), che mercoledì 9 ottobre, si è svolto presso l’Istituto Comprensivo di Alvignano, retto dalla Dirigente Scolastica Dott.ssa Aida Cortese, e che ha visto la nutrita e attenta partecipazione di docenti e genitori. Nell’ambito delle attività promosse per la IV edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, dal 7 al 13 ottobre, dal titolo “Diversi e Uguali: promuoviamo l’equità”, nell’aula magna della Scuola secondaria di 1°grado di Alvignano, si è tenuto un seminario di grande valenza formativa sulle problematiche inerenti il Disturbo Specifico di Apprendimento (DSA) considerando, in primis, gli aspetti emotivi e motivazionali nelle persone con DSA. Così, l’Istituto Comprensivo di Alvignano, già pregiato del titolo di “Scuola Dislessia Amica”, un attestato rilasciato dall’AID, ente accreditato dal Miur per la formazione del personale docente, conferma il costante impegno del corpo docente e non di accrescere con professionalità e competenza il grado di inclusività dell’Istituto. Presente all’incontro la Presidente dell’Associazione Italiana Dislessia (AID) sez. Caserta Anna Maria Noviello, la dott.ssa Di Marco, la Docente Psicologa Dott.ssa Tania Parente e la referente BES dell’Istituto, nonché curatrice degli aspetti organizzativi dell’evento prof.ssa Antonietta Riccio. A fare gli onori di casa, la Dirigente Scolastica Aida Cortese, da sempre instancabile promotrice di una scuola inclusiva e solidale, una scuola che non lascia indietro nessuno, che ha a cuore tutti i suoi studenti, ognuno nella propria diversità e unicità. Come ha precisato la docente psicologa Parente nel suo intervento, “ essere insegnante significa avere il potere e la responsabilità di aiutare gli alunni a cambiare il mondo e a rincorrere i propri sogni fornendo loro gli strumenti necessari per farlo”. Per questo è importante comprendere ciò che già nell’800 lo scrittore e filosofo statunitense Henry David Thoreau aveva intuito: “ se un bambino non ha lo stesso passo dei suoi compagni è forse perché ode un diverso tamburo. Lasciatelo camminare sulla musica che sente quale che sia il suo ritmo”.

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: