SAN SALVATORE TELESINO, LA PICCOLA MARIA NON TROVA PACE NEPPURE NELLA TOMBA

Redazione. San Salvatore Telesino. Una ulteriore proroga di un mese per presentare gli accertamenti dell’incidente probatorio, che doveva essere eseguito il 23 ottobre,  è  stata chiesta dai tre periti incaricati per tentare di ricostruire gli ultimi momenti di vita della piccola Maria Ungureanu, morta annegata per cause ancora ignote in una piscina privata di San Salvatore Telesino nella serata del19 giugno del 2016. Quindi, nella migliore delle ipotesi, se ne parlerà per la fine di novembre, per cominciare a tentare di capire se la bambina rumena, all’epoca dei fatti di appena nove anni, sia stata stata barbaramente assassinata, come si pensò fin da subito, oppure la sua tragica fine sia da attribuire ad un incidente.

 

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3052 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: