Ultime notizie

 MEDICINA- DI REUMATOLOGIA SI PARLERA’ DOMANI 26 OTTOBRE A S. POTITO SANNITICO

SAN POTITO SANNITICO. L’Artrite Reumatoide nel panorama delle malattie autoimmuni rappresenta ancora oggi una delle patologie più severe. La malattia, non facilmente diagnosticabile agli esordi, arreca danni a carico delle articolazioni, complicanze extra-articolari e comorbidità, determinando perdita di funzionalità e forme di invalidità sostenute nel tempo. E’ fondamentale la diagnosi precoce della malattia tramite indagini di laboratorio e strumentali che consentano l’individuazione di una terapia mirata tramite l’impiego di farmaci innovativa per il paziente affetto da tale malattia. Per questa importante patologia, infatti, domani è previsto un convegno specifico:

“ARTRITE REUMATOIDE: APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE”. E’ questo infatti il tema dei lavori che si terranno domani 26 ottobre 2019 presso l’Auditorium comunale di San Potito Sannitico, che ancora una volta vede impegnato il responsabile scientifico, il noto reumatologo   Giovanni Italiano ( NELLA FOTO DI REPERTORIO) dopo il successo ottenuto nel convegno di Caserta qualche mese fa. I lavori, inizieranno alle ore 08.30.  Il convegno che mira alla condivisione dei warning e del percorso diagnostico-terapeutico tra il MMG e il Reumatologo ai fini di prevenire l’evoluzione invalidante di questa malattia, prevede anche 7 crediti formativi.

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: