TRASFERIMENTO DELL’EX DISTRETTO MILITARE DI CASERTA, I DIPENDENTI IN ALLARME  CHIEDONO UNA REVISIONE DEL PIANO

Caserta. Il personale dell’ex distretto militare di Caserta, ora centro documentale a rischio chiusura con il trasferimento del personale mette in allarme i dipendenti che scrivono  a politici, sindacati nazionali e Stato maggiore dell’esercito per evitare il trasferimento da Caserta.

“In data 25 ottobre 2019 –si legge in un documento di alcuni dipendenti – è stata convocata una assemblea del personale civile del Centro Documentale di Caserta (ex Distretto Militare) per l’analisi delle problematiche discendenti dalla nota informativa inviata il 21 ottobre scorso dallo Stato Maggiore dell’Esercito – III Reparto Pianificazione Generale, alle organizzazioni sindacali rappresentative, avente ad oggetto i provvedimenti ordinativi di prossima attuazione riguardanti la riorganizzazione della componente territoriale con la soppressione dei vari Cedoc (ex distretto militare)  tra cui quello di Caserta. Il personale civile dell’Ente ha espresso pieno disappunto sulle modalità con cui la procedura è stata posta in essere.

L’indagine conoscitiva attuata da S.M.E. nel corso del mese di luglio è stata quasi totalmente disattesa e la costituenda unità organizzativa prevede l’assorbimento di una componente molto limitata di dipendenti civili (senza fare alcun cenno alla consistenza numerica della componente militare), con un impoverimento peraltro della forza lavoro presente sulla città di Caserta a vantaggio del capoluogo regionale. La restante parte dei dipendenti è prevista in reimpiego presso il Comfop Sud di Napoli comportando un notevole disagio economico, logistico e familiare agli interessati – per la quasi totalità residenti in provincia di Caserta – senza alcuna proposta di reimpiego, tra l’altro facilmente realizzabile, presso altre realtà locali sia dell’Amministrazione Difesa che di altre Amministrazioni periferiche delle Funzioni. Constatato il completo disinteresse mostrato da parte dei vertici militari- si legge ancora nella nota –    il personale civile chiede con forza una revisione dei Volumi Organici futuri con un ulteriore possibile ampliamento delle posizioni organiche da impiegare nel Reparto Attività Territoriali di Caserta e di valutare col massimo sforzo la possibilità di reimpiego del personale esuberante presso enti del territorio provinciale. Si invitano tutte le componenti sindacali territoriali nazionali e locali nonché i rappresentanti politici locali e nazionali ad intervenire fattivamente e con vigore presso i Vertici Militari di Forza Armata per la tutela della forza lavoro presente nella città di Caserta”.

About Redazione (8888 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: