PIEDIMONTE MATESE, SI PUNGE CON L’AGO DI UNA SIRINGA INCUSTODITA, PARLA L’UOMO CHE SI È FERITO

Redazione. Piedimonte Matese. “È stata sicuramente una donna a lasciare incustodite in una busta otto siringhe di insulina, cinque delle quali senza beccuccio, oltre a una siringa grande. È con una di loro che mi sono punto”. È sicuro di sé il dipendente di un noto supermercato della zona che avendo rinvenuto nel parcheggio dell’esercizio commerciale una busta incustodita, l’ha presa per deporla nell’apposito cassonetto, cosa che invece non aveva fatto l’incivile che l’aveva lasciata a terra. “Sono sicuro che fosse una donna perché oltre alle siringhe, nella busta c’erano un colore per capelli, dei pacchetti vuoti di sigarette e un inconfondibile scontrino con la tessera di un distributore di benzina, con tanto di nome femminile, ma purtroppo senza cognome. Sono sicuro che fosse una signora e non un tossicodipendente”. Speriamo per il dipendente del supermercato che sia proprio così e che gli aghi potenzialmente infetti, lasciati incustoditi da una pericolosa deficiente, fossero stati usati per una persona senza malattie infettive. Ad ogni buon conto, per scongiurare ogni dubbio, l’uomo è  stato sottoposto al pronto soccorso dell’ospedale di Piedimonte Matese a tutti gli accertamenti di rito. A proposito della donna inqualificabile che ha abbandonato la busta, speriamo che si giunga presto alla sua identificazione. Persone del genere avrebbero bisogno di una solenne punizione.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3314 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: