CORSA ALLE REGIONALI, NEW ENTRY PER RENZIANI, LEGHISTI  E FDI

Mario Zannone|Caserta. Strategie in corso per occupare gli otto seggi previsti per la Circoscrizione di Caserta  all’interno del Consiglio Regionale. La scorsa tornata elettorale risultarono eletti: Oliviero e Graziano per il PD; Zinzi per Forza Italia; Bosco per Campania Libera; Viglione per il M5S; Grimaldi per la lista Caldoro Presidente; Piscitelli per Campania in rete De Luca; Zannini per Centro democratico. Quest’anno, gli aspiranti consiglieri si muovono in un  quadro politico modificato, in termini di forza elettorale espressa e nell’ambito della rappresentanza. Le elezioni europee, infatti, hanno offerto ai referenti politici casertani, in pole per il palazzo S. Lucia, alcune indicazioni. La prima riguarda il centro destra con le realtà di Fratelli d’Italia e Lega Nord. I due partiti, viste le percentuali raccolte alle Europee, eleggeranno il loro consigliere regionale. La Lega potrebbe raggiungere l’obiettivo di vederne eletti addirittura due, qualora Caldoro risultasse vincente. Grimaldi non avrebbe problemi spostandosi in Forza Italia come capolista. Incertezze  per Zinzi, alla ricerca di un posto nella lista del presidente Caldoro. Il seggio sarebbe confermato per il M5S nonostante in calo nei sondaggi.

La lista deluchiana ne avrebbe un altro se  l’attuale governatore la spuntasse. Nel Pd Oliviero confermerebbe la elezione mentre la corsa potrebbe aprirsi per la Sgambato e la Esposito qualora Graziano desistesse dalla candidatura. Anche i renziani risultano tra le variabili. Infatti a Caserta è probabile la candidatura di Bosco e Schiavone appoggiati da Caputo. Per le liste cosiddette minori occorrerebbe attendere  i risultati con la ripartizione dei resti.

About Redazione (8878 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: